Lo so che sciupare un post solo per mettere un puntino su una i non solo è superfluo, ma rischia di annoiare i lettori. Tuttavia l’irritazione è troppa e sfogarla è anche un modo per mostrare la superficialità dell’informazione in Italia, gli errori che che sembrano andare a cascata e a forza di essere ripetuti divengono realtà. Dai giorni delle stragi al Cairo e alla conseguente minaccia di Obama di sospendere gli aiuti Usa a Sissi, tutti i media nessuno escluso riferiscono che tali aiuti ammontano a 1 miliardo e 300 milioni dollari.

Completamente falso:  la cifra è circa tre volte superiore come correttamente avevo riferito per quel che vale qui  e non riesco a capire come mai numeri così facili da reperire vengano completamente ignorati o trasformati o riferiti senza controllo prendendoli da una fonte e ripetendole all’infinito. Quindi credo di fare cosa gradita alle redazioni riportando un piccolo schema di finanziamento. Del resto se si trattasse solo della cifra citata allora già da qualche Qatar e Arabia Saudita  sarebbero assai più importanti per l’Egitto degli Usa visto che fanno arrivare aiuti per circa 2 miliardi di dollari.

Assistenza Usa Egitto

E’ del tutto evidente che  i tre capitoli costituiscono in via diretta o indiretta un unico sostegno economico, sia pure peloso. Perciò quando Obama minaccia di togliere gli aiuti, parla in realtà solo di una fetta degli stessi e tra l’altro di quelli che non rischiano di danneggiare l’industria bellica statunitense. Il che naturalmente non è secondario nel valutare l’entità, la serietà e l’impatto della minaccia.