Annunci

Il primo atto di qualsiasi futuro governo

cit8mbsmLa prima cosa che dovrebbe fare un governo che non sia quello “neutrale” dei massacratori sociali e dei loro burattini politici sparsi tra il Quirinale, Montecitorio e le case dei grandi vecchi e osceni giovani che hanno svenduto e depredato il Paese, sarebbe quello di sottrarsi subito e in via di principio alla partecipazione reale o simbolica alle azioni di guerra in Medio Oriente. Il primo passo verso la liberazione e la riacquisizione di un minimo di sovranità è certamente quello di prendere le distanze da conflitti intrecciati e insensati che ogni giorno rischiano di accendere la miccia di una guerra globale, che nascono come puro arbitrio sostenuto da menzogne divenute palesi, che si appoggiano sul quel terrorismo jahdista e alquaedista che poi viene evocato dal potere all’interno come generatore di paura e di richieste securitarie che inducono alla rinuncia della libertà e che infine non rispondono ad alcun interesse reale del Paese, anzi vi si contrappongono quasi diametralmente.

La vicenda iraniana nella quale gli Usa e Trump in particolare hanno perso la faccia dimostrano come la tracotanza nell’imporre o stracciare trattati solennemente presi ha superato ogni limite. Così come l’ultimo gratuito attacco israeliano alla Siria lanciato come monito all’Iran per sostenere il disperato tentativo di Netanyahu di cavarsi fuori dalle difficoltà e dai pasticci di corruzione, ma che simboleggia il risultato di vent’anni di destre integraliste al potere che hanno portato Israele in un cul de sac guerrafondaio senza uscita. Questa volta però c’è una novità: se Mosca fino ad ora, anzi fino al precedente attacco israeliano di pochi giorni fa su basi iraniane aveva convinto i siriani a non rispondere, questa volta Damasco ha reagito abbattendo oltre la metà dei 70 missili lanciati dai trenta caccia di Tel Aviv e lanciando una ventina di missili terra – terra sulle alture del Golan, visto che il voltafaccia americano su Teheran ha cambiato le carte in tavola. L’unica precauzione è stata quella di non colpire direttamente gli aerei come era accaduto mesi addietro nel corso di una incursione di due caccia: in questo modo Netanyahu può vantarsi di aver azzerato la cosiddetta minaccia iraniana, ma nel contempo Israele è stata avvisata che da adesso Damasco risponderà agli attacchi. Non è la prima volta che i governi israeliani vantano straordinari successi che sono solamente sulla carta: nel 2006 al secondo giorno della guerra del 2006 contro il Libano, Israele si vantò di aver distrutto “tutti i missili Hezbollah a lungo raggio” durante una campagna aerea di 34 minuti. Ma più di 100 missili al giorno hanno continuato a colpire il Paese e e persino Tel Aviv, ben al di là dal confine libanese. Trentuno giorni dopo, Israele chiese la pace. E questa volta l’osso è molto più duro.

Fossi un israeliano mi terrei ben lontano da una ventennale politica che ha portato il Paese in questa situazione senza una visibile via d’uscita oltreché fonte continua di tensione, paura, insicurezza e produttore nelle sue premesse, di una demografia quantomeno bizzarra, visto che quasi il 18 per cento della popolazione è russofona, mentre il 23% è araba e in forte crescita una volta finito il grande flusso dalla Russia. Ma visto che sono italiano l’ interesse è quello di sganciarsi da queste operazioni di guerra, di negare copertura alla tracotanza dell’impero in tutte le sue forme: solo la fratturazione del Washington consensus, la sottrazione di un unanimismo estorto che serve soltanto a dare una patina di internazionalità alla produzione di caos. può alla lunga aggredire la cornice in cui proliferano le tentazioni guerrafondaie.

Tanto più che le vicende militari in medio oriente mentre ridimensionano la superiorità occidentale, tramutandola in qualche caso in inferiorità, mostrano con chiarezza che l’Italia non è difesa dalla permanenza dentro questi meccanismi di guerra divenuti di pura e sfacciata aggressione, ma viene solo esposta. Francamente sarebbe l’ora di dire basta.

Annunci

Informazioni su ilsimplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come. Vedi tutti gli articoli di ilsimplicissimus

25 responses to “Il primo atto di qualsiasi futuro governo

  • andrea z.

    La Russia, una volta sconfitte le truppe di terra israelo-americane, cioè l’ISIS, ha dimostrato di voler prendere le distanze dall’alleato iraniano.
    Non ha fornito agli ayatollah il sistema difensivo degli S-400 è ha spesso permesso agli israeliani di attaccare con missili le posizioni dei pasdaran.
    La classe dirigente russa proviene in buona parte dai ranghi del KGB e dai quadri dirigenti sovietici, compreso Putin; ha una formazione ed una visione laica e sicuramente non ama più di tanto un regime teocratico, anche se dotato di grande pragmatismo.
    Poi c’è la questione degli ebrei di origine russa in Israele e la presenza nell’entourage del premier russo di grandi banchieri di origine ebraica che sostengono il suo sistema di potere.
    Quindi, anche per ragioni di equilibrio geopolitico regionale la Russia, che ha raggiunto i suoi obiettivi strategici minimi, vuole impedire da una parte il tentativo di una parte della classe dirigente iraniana di “liberare Gerusalemme” e dall’altra la politica di destabilizzazione dell’area mediorientale portata avanti dalla destra sionista.

    Mi piace

  • jorge

    , Basta occupare spazio toglirndolo agli altri non serve discutere con la brutta copia del pierino di alvaro vitali,

    non c’è da aggiungere altro, questi rigira la frittata, come se conservasse la coerenza con se sesso, come si vede rileggendo l’intera discussione, il quadrio di rifewrimento c’è già .

    , dopo aver eviscerato una questione, il miglior commento alle sue successive affermazoni è lasciargliele esporre senza contraddirla.

    Non avendo argomenti, lei sragiona falsifica e ripete, come tutti possono notare Continui pure, lei rafforzerà quanto io ho sostenuto

    rispetto al collasso della modernizzazione, versione zozzona, rimedio non c’è

    Mi piace

    • Anonimo

      Aer Jorge suggeritore dell’emancipazione delle classi subalterne ma NON dalla devianza femminista , per tentare di liberarlo da detta soggezione, si potrebbe dedicare:

      Mi piace

    • Anonimo

      “egli rivendicando la libertà di palpeggiare”

      MA DI CHE PALPEGGIAMENTI STA PARLANDO JORGE, QUELLI CHE SI È SOGNATO LA NOTTE SCORSA ???

      Mi piace

    • Anonimo

      In Germania dove la prostituzione è legale, SONO TUTTI REAZIONARI e rivendicano la libertà di palpeggiamaneto e non solo, questo per seguire i delirii di Jorge.

      Ma almeno le donne tedesche sono mediamente, meno ipocritamente lagna e fotti, di quelle del paese PIIGS itaGliano…e Non si fanno difendere da qualche troll che monta sceneggiate
      ( “napoletane”….) su non meglio precisati palpeggiamenti.

      Mi piace

    • Anonimo

      Sacrilegio al femminismo ( e ai suoi dogmi medioevali o nazisti…) poter pensare che certe ciance sui palpeggiamenti possano essere infondati pettegolezzi e sceneggiate per cercare attenzione e privilegi da prime donne, cosa che in certi ambienti Non è infrequente.

      I certi ambienti il diritto proprio non si riesce a vedere, ma di deliri se ne vedono a quintali.

      Mi piace

    • Anonimo

      Altra musica di indiretto commento alle baggianate bigotte, provinciali e fallimentari e sozzone del troll Jorge( tipicamente itaGliane mi verrebbe da dire…):

      Mi piace

    • Anonimo

      Un provvedimento da vero sinistrato: istituzione di una commissione ( banalmente burocratica…) su ogni ipotetico palpeggiamento che possa succedere in itaGlia, per la gioia del contribuente finanziatore.
      Ovviamente se si osservano i problemi con le lenti distorte del femminismo si vedranno aprioristicamente violentissimi palpeggiamenti un po’ da per tutto, e perciò per bilanciare il rischi di un regime fascio-femminista ci vorrebbe un’altra commissione di demistificazione di certo lagna e fotti femminista con subdole finalità diffamatorie, e laddove si accertassero certi comportamenti perversi la femminista di turno andrebbe sbattuta su tutti i giornali con coro di maschi che condannano detti atteggiamenti femministico-sozzoni.

      Allora si avrebbe un buona dose di sicurezza che le palpate siano palpate e non deliri o peggio crimini tanto sozzoni quanto diffamatori o quant’altro …e giustizia , sul gravoso problema delle palpatine , ma ancor di più di atteggiamenti perversi o diffamatori, sarebbe fatta.

      Mi piace

    • Anonimo

      Ad argomenti Jorge sembra messo maluccio, ma a delirii moralistici a prescindere, va veramente forte.

      Eh… in modo sta sull’orlo del baratro, ma il moralismo sulle palpatine, qui in itaGlia DEVE, stare al primo posto, sarebbe bello pure deliraci sopra per cercare la zuffa sozzona…

      d’altronde le baggianate di Berlusconi sono state al primo posto per almeno 20 anni in itaGlia…mica vorremmo iniziare a ragionare e discutere pacatamente lontano da sozzonerie varie, vero ?

      Non saremmo più itaGliani.

      Mi piace

  • Anonimo

    “poi lo fanno pure i padroncini terrieri i nelle campagne dove si sfruttano donne rumene e nigeriane a raccogliere frutta e verdura a 1,5 euro all’ora”

    quei padroncini dovrebbero essere messi a lavorare a 50 cents all’ora per capire se stessi.

    I responsabili dell’importazione di manodopera di riserva dovrebbero essere messi a lavorare a 25 cents all’ora.

    Mi piace

  • jorge

    Lo zozzone come tutti i depravati cerca di confondere le acque , ecco il quadro di riferimento, in ultimo un esempio di come lo zozzone rompe il
    fronte proletario facendo un regalo alle elites sfruttatrici

    Il risultato maturo della rivoluzione conservatrice, è l’ideologia dei diritti civili, essi sono formali e non sostanziali, utili quindi alle elites di potere.

    Cio che Anonimo crede essere il femminismo, è l’ideologia dei diritti civili formali, essa chiede che nessuna discriminazione sia apposta (ne a donne ne ad uomini, ne a neri, ne a islamici) alle carriere ed alla appropriazione delle risorse secondo i criteri concorrenziali spietati del mercato, della politica che lo sostiene, e dell’mperialismo

    Quindi la “lagna” con cui le donne borghesi come la Clinton cercano di fare le proprie carriere, o robe del genere tante volte da Anonimo citate, col femminismo non c’entrano proprio niente, sono l’ulteriore strumento della concorrenza capitalistica, rivendicazioni buone solo per chi ha i presupposti per esercitarle ( capitali potere),

    Perché per una donna proletaria disoccupata o ad una nigeriana stuprata in un campo libico non cambia proprio niente s la Clinton sale alla casa bianca, o se la Concita de Gregorio e la Giulia Buongiorno non si sentono psicologicamente turbate a vedere la donna ridotta ad ancilla del maschio sulle televisioni di Berlusconi. Anzi queste donne di potere implementano quelle politiche liberiste che schiavizzano ancora maggiormente a la donna proletaria (es mancanza di asili) o la nigeriana in Libia

    Ciò dimostra che tutte le cose che Anonimo intende come femminismo, aggressività delle delle donne in carriera, suscettibilità delle donne membro della elites per le discriminazioni esteriori, sono precisamente il contrario del femminismo, cioè l’ideologia dei diritti civiIl frutto maturo della rivoluzione conservatrice

    Similmente, l’ideologia dei diritti civili permette all’imperialismo di sostenere le rivoluzioni colorate, implementate da settori sociali ricchi di quei paesi periferici, che hanno studiato in usa, ma che i politici occidentali sostengono scimmiottando retoricamente i movimenti anticoloniali del passato i diritti delle masse siriane, il despota gasa il suo stesso popolo, i diritti delle masse oppresse in Venezuela, l’aspirazione al benessere dei venezuelani rovinati da Maduro

    Al siriano medio non conviene affatto divenire suddito del sistema imperiale americano, vero e proprio strumento di rapina, ma viene propagandato proprio questo esito con la ideologia dei diritti civili, frutto maturo della rivoluzione conservatrice . Per quanto, spesso le rivoluzioni coarancioni partono come reali movimenti progressivi ma poi vengono deviati da cia, soros, unione europea, verso islamismo, filoatlantismo neoliberista etc.
    ——————————————

    Che Anonimo, gran reazionario in malafede confonda l’ideologia dei diritti civili nella sua specificazione femminile (c’e quella imprenditoriale, religiosa in Tibet etc), con il movimento femminista di liberazione,
    denigrando continuamente quest’ultimo, non sorprende,( il quale patriarcato opprime anche gli uomini), . Anonimo è come la Clinton o le donne in carriera che disprezzano il femmiinismo, il gioco è charo, il Nostro si trova sempre dalla parte di imperialismo razzizmo sessismo e capitalismo inoltre è estremanente lagnos

    La rivoluzione conservatrice analizzata da Gramsci sorge dopo la sconfitta dei movimenti rivoluzionari, femminismo, movimento operaio, lotte anticoloniali, prevede la ripresa solo formale di alcune loro istanze. Dopo un ciclo di lotte (per quanto sconfitte) non si può solo tornare al passato, inoltre certe istanze di emancipazione, prese in senso solo
    formale, oltre a stabilizzare e pacificare la situazione aumentano i privilegi e lo sfruttamento operato sui subalterno da parte dei dominanti
    ————————————–

    Anonimo perde il pelo ma non il vizio, sempre una nuova, è quello che si incazza quando si parla di femminicidi, come se esistessero donne che ammazzano i mariti im maniera almeno minimanmente paragonabile

    Anonimo è quello che dice che se due carabinieri struprano due turiste hanno ragione, poi lo fanno pure i padroncini terrieri i nelle campagne dove si sfruttano donne rumene e nigeriane a raccogliere frutta e verdura a 1,5 euro all’ora. Figurarsi come potrebbero queste disgraziate chiedere salari piu alti se è già tanto che sfuggano allo stupro., Poi Anonimo dice che fanno concorrenza sleale agli italiani accettando salari bassi

    Adesso per Anonimo è lecito palpeggiare le donne in quanto in irak muoiono i bambini e allora perchè si lamentano queste donne per una palpatina? egli scrive :

    “eh,ste palpatine so’ problemi gravi, di fronte a cui la morte di 500.000 iracheni sotto democratici bombardamenti, potrebbe impallidire.”

    Lo zozzone oltre a creare il clima culturale adatto che consente di scivolare verso i succitati stupri nelle campagne, e si potrebbe continuare, egli rivendicando la libertà di palpeggiare dimostra di rompere il fronte proletario, e ovvio che con uomini come anonimo che dice di essere in tale fronte, tutte le donne delle classi subalterne si faranno intruppare dalla ideilogia dei diritti civili stile Hillary Clinton ed il fronte proletario é bello che rotto e fregato. Zozzone e reazionario
    ———-
    se anonimo fosse stato un uomo serio, avrebbe detto, ecco , mi sono fatto trascinare, in fondo ho detto una cosa senza pensarla, capita a tutti, ma egi invece insiste perchè è proprio un zozzone reazionario

    Mi piace

    • Anonimo

      L’idiot savant Jorge cerca di convincere gli altri facendo dotte citazioni e non dimostrando nulla, al fine di tentare di dissimulare ciò che è alquanto evidente nella decadente società italiana, ma anche occidentale: la presenza di devianze femministe.

      “Anonimo è quello che dice che se due carabinieri stuprano due turiste hanno ragione”

      Questo lo sta dicendo Lei.

      Se i carabinieri avessero commesso UNA QUALSIASI FORMA DI VIOLENZA (!!), ANDREBBERO SEVERAMENTE INCARCERATI IN QUANTO TUTORI DELL’ORDINE OLTRE CHE VIOLENTI O STUPRATORI.

      “egli rivendicando la libertà di palpeggiare”

      MA DI CHE PALPEGGIAMENTI STA PARLANDO JORGE, QUELLI CHE SI È SOGNATO LA NOTTE SCORSA ???

      “Quindi la “lagna” con cui le donne borghesi come la Clinton cercano di fare le proprie carriere, o robe del genere tante volte da Anonimo citate, col femminismo non c’entrano proprio niente”

      In gran parte gente come la Clinton è probabilmente (!) votata da PARECCHIE femministe, consapevoli o meno ( i discorsi della Clinton tendono di frequente alla devianza femminista).

      Mi piace

      • Anonimo

        Seguendo i DELIRI di Jorge, io sarei reazionario solo perche critico le devianze femministe, una cosa però è certa, da maschilista o reazionario o quant’altro i delirii di Jorge mi vogliano attribuire: io non avrei per nulla votato Trump, che è reazionario.

        Mi piace

  • jorge

    un eventuale governo di maio-salvini certo è inviso ai poteri consolidati, ma un simile governo sarebbe invero facilmente riassorbibile nel quadro politico tradizionale, e le elites di potere lo sanno

    di maio ha fatto molta marcia indietro su tutti i punti qualificanti del programma 5 stelle, nato, euro. Anche il reddito di cittadinanza , in teoria capace di sottrarre i disoccupati alla necessità di accettare condizioni di lavoro precarie ( soprattutto se strutturato in modi innovativo), è stato declassato ad un aiuto minimo ed a condizioni tali che lo assimilano ad analoghi progetti del pd, rivolti a far accettare lavoretti come servono al capitale contro la miseria del sussidio

    la lega ha gia governato, le stesse marce indietro fatte per costruire un programma con berlusconi puo trasferirle in ogni esperienza di governo
    —————————–
    il potere capitalistico sa che i partiti tradizionali sono tropo squalificati, servono nuovi contenitori che leghino le masse popolari al carro del potere capitalistico. I cinque stelle , ma cosiddetti populisti anche più in generale,possono svolgere questo ruolo per almeno un ventennio, poi arriverà un nuovo inganno.

    Lo stesso simplicissimus ha definito di maio uno che festeggia le nozze con i fichi secchi, intendeva dire un democristiano. Iil movimento 5 stelle dice che non è ne di destra ne di sinistra, quindi potrà proporsi come gli conviene a seconda della bisogna, per poi fare scelte di governo a favore del capitale, come abbiamo visto con le marce indietro al momento della formazione del nuovo governo.

    Si andasse alle elezioni, metterebbero avanti di battista che è piu radicale, ma poi il consenso lo giocherebbero come ha fatto tsipras, perfino rispetto ad holland il simplicissimus ci cascava diceva che era tornata in campo la sinistra… figurarsi, questo genere di inganni sono una dinamica consolidata

    Senza precise scelte sociali e politicjhe, che ancorino ad un preciso ambito di classe, agli interessi degli italiani espropriati da quel terzo dei connazionali che hanno messo le mani sulla ricchezza prodotta in italia dalla fine degli anni 80, è chiaro che si ricadrà sempre in questo gioco delle tre carte,

    è interessanrte seguire il convegno degli economisti borghesi che si sta tenendo a ventotene, la relazione introduttiva ha sostenuto che negli ultimi decenni ben 15 punti di pil sono stati spostati da operai ed impiegati verso dirigenti, alta burocrazia e ceto imprenditoriale (c’e anche il ceto imprenditoriale che in questi anni si è arricchto, non tutti hanno quasi chiuso come vuole la lagna interclassista)

    il simplicissimus punta sempre il dito contro la finanza transnazionale, ma se non si riconosce che il nemico lo abbiamo in casa, solo per questo ha vinto il sistema neoliberista con la sua finanza internazionale, saremo sempre giocati da questo terzo dei connazionali.

    E’ ingenuo pensare che mattarella faccia tutto da solo, ha schiere di esperti, rappresentativi di tutti i settori della elite, che lo consigliano. Mattarella in fondo realizzaa gli intendimenti della classe al potere, questa vorrebbe impedire un governo lega 5 stelle, ma sempre piu pensa di poter riassorbire questi usandoli come nuova democrazia cristiana, storico partito di sostegno al capitale

    Mi piace

    • jorge

      e pensare che di fronte a questa ampiezza dei problemi qualciuno pensa a giustificare palpeggiamenti e ricatti sessuali (che vuoi che sia mai), perfino dimenticando che queste cose sono perfino reato oltre che le cose già analizzate, e questo fatto non viene cambiato dalle valutazioni sul femminismo e qualsivoglia altra cosa. SPORCACCIONE !!

      Mi piace

      • Anonimo

        Lei sta auto giustificando i suoi deliri e balle diffamanti di derivazione femminista, inventandosi baggianate…sta delirando totalmente, cianciando del nulla.

        Ma che lavoro fa Lei scusi ?

        Il troll di professione, per conto di qualche lobby femminista ?

        Si Curi !

        Ci porti le prove di palpeggiamenti e ricatti sessuali e poi sai potrà parlare di qualcosa d’altro che Non DEI SUOI DELIRI, Non curati.
        Paranoico!

        Mi piace

      • Anonimo

        Nessuno vuol giustificare qualsiasi forma di violenza, purché di violenza si tratti.
        Una violenza è pure quella di certo infido lagna e fotti derivazione di una perversa ideologia femminista, che ha un odio aprioristico e squilibrato contro il maschio e che spesso lo usa per ottenere privilegi ( che avrebbero “motivo” nient’altro che nel loro subdolo “razzismo” femminista e lagnone….) a danno del maschio stesso, un po’ come i capitalisti pretendono privilegi nei confronti delle classi subalterne…

        Detto odio squilibrato , narciso e paranoico, può essere propagandato anche da sostenitori o troll, di derivazione di quel femminismo, solitamente tramite ingiurie e diffamazioni.

        Cose che hanno poco a che fare con i diritti, ma piuttosto, con perversioni personali.

        Mi piace

      • Anonimo

        Il processo alla libertà di opinione, era praticato durante il nazismo, e certo femminismo deviato sembra averne mutuato i metodi, con ciò auto qualificandosi.

        Mi piace

      • Anonimo

        Il processo alle intenzioni invece, era un un metodo che si praticava durante l’inquisizione ( anche delle “streghe” ) medioevale… non vorrei che certa devianza femminista , sulla linea della reminiscenza di quei tempi si volesse rifare con i medesimi criminali metodi sugli odiati maschi, che non garantiscono loro ogni agognato, bramato privilegio…
        con la solita scusa che sostanzialmente dice che loro tengono l’organo sessuale femminile, e gli altri no.

        Già dall’accanimento di certi supporter si può capire il livello di potere delle lobby femministe (!!), anche quelle più deviate o “razziste”, quelle che con il loro lagna e fotti hanno provocato e provocheranno danni ingenti al concretizzarsi di qualsiasi prospettiva socialista, poiche fondata sulla discriminazione contro i maschi particolarmente delle classi subalterne.

        Mi piace

      • Anonimo

        I delirii di Jorge sembrano finalizzati a disincentivare ogni atteggiamento critico contro certo lagna e fotti femminista, tendendo ad incentivare quest’ultimo.

        Mi piace

  • Anonimo

    si può leggere:

    TECNICA DI UN COLPO DI STATO

    su ComidadPuntoOrg

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: