Annunci

Giallo – verde, allarme rosso

colpo-spugnaFrancamente il governo M5S – Lega non mi convinceva affatto, per molti motivi, ma soprattutto perché ritenevo non avesse la forza di contestare nemmeno marginalmente il feroce paradigma finanziario imposto a suo tempo per ottemperare ai dogmi del neo liberismo cosmopolita, però anche funzionale – e lo si è visto benissimo – ad alcuni interessi nazionali, nascosti sotto il manto europeista. Tuttavia un esecutivo giallo verde era anche l’unico realmente praticabile una volta svanite le prospettive di nuove elezioni in tempi rapidi, anche se questa alleanza appariva e appare debole per le contraddizioni che la attraversano.  Sono tuttora convinto che alla fine si farà poco o nulla e che le frizioni fra le due forze uscite vincitrici dalle urne sono troppo grandi, tuttavia a dare un senso a un governo giallo verde ci hanno paradossalmente pensato i loro avversari: non appena si è diffuso un documento sul quale poteva essere trovato un accordo è partita una scomposta campagna da parte di Bruxelles che ricorda come infallibilmente  il debito dovrà scendere di 2,8 punti percentuali di Pil e il deficit per lo 0,6% del prodotto interno lordo per proseguire poi sulla grande stampa reazionaria e sull’informazione pennivendolara.

Ciò che ha scatenato la bagarre e che ha indotto la razza padrona a rispolverare i metodi del terrore finanziario via spread in modo da impaurire la popolazione e arrivando perfino a chiedere la bancarotta del  Paese, è stata la richiesta alla Bce, contenuta nel documento, di cancellare i 250 miliardi di titoli di Stato che l’istituto di Francoforte avrà in pancia alla fine del quantitative easing. Apriti cielo, è stato aperto il fuoco ad alzo zero contro i civili inermi: inermi perché non sanno che l’oscena proposta, oggi bombardata dall’establishment italiota ed europide  è in realtà pienamente legittima, anzi quando essa fu avanzata dai tecnici svizzeri  della Pictet Asset Management per quanto riguarda il Giappone, notoriamente assai più indebitato di noi, venne giudicata dal Sole 24 ore come una “scelta innovativa”.

Ma la gente è inerme anche perché, abituata sin dall’infanzia a considerare l’economia come una scienza sacrale e confondendola con la ragioneria ossia l’aritmetica del far di conto, non immagina nemmeno che le regole europee sui bilanci e sul debito non hanno alcun senso, non derivano da alcuna necessità e tanto meno da presunte leggi economiche, ma sono una scelta politica lucidamente attuata per far sì che gli stati fossero costretti a tagliare drasticamente le tutele e il welfare e dunque mettere in crisi la democrazia per approdare a una sorta di oligarchia aziendalistica. Sapendo questo non stupirà che fior di economisti, persino di parte neo lberista, tra cui Paul De Grauwe, considerato fra le massime autorità mondiali in fatto di politica monetaria, ritengono e non da ieri un fatto abbastanza ovvio che i normali criteri di solvibilità di una qualsiasi banca o impresa privata non abbiano alcun senso quando si parla di banche centrali. E questo per il semplice motivo che   “una banca centrale può emettere tutta la moneta che vuole e che gli serve per ripagare i suoi creditori”. I quali ultimi non sono altro che i detentori della moneta che essa crea e di cui ha il monopolio. Del resto è noto che la Federal reserve non paga gli interessi sui titoli di stato che incamera in cambio della fabbricazione di moneta. Per chi è interessato ai particolari tecnici può leggere il testo integrale di questo articolo di De Grauwe.

Certo la Bce non è la banca centrale di un solo stato, ma di più stati con interessi, economie, fiscalità diverse ed è anche per questo che l’euro è una iattura, ma in ogni caso diventa evidente che i nemici di un governo giallo verde sono i criminali politici che hanno impoverito e umiliato il lavoro, la scuola, la sanità, hanno favorito la caduta dei salari e la precarietà, decapitato il welfare. Visto lo stato pietoso in cui versa la politica il valore di un governo o di un’alleanza si misura essenzialmente su quello dei suoi nemici: pensiamo soltanto al credito ottenuto dalla cosiddetta sinistra al tempo di Berlusconi, non in virtù di ciò che intendeva fare, ma dell’opposizione al  cavaliere e alle sue degenerazioni personali, ma una volta sgombrato il campo dal cenatore di Arcore è stato subito Monti e infine Renzi.

Una cosa è evidente fin da questi giorni:  che le oligarchie stanno preparando un’operazione a mezza strada fra quella Monti e quella Tsipras a seconda che Mattarella, l’alias di Napolitano, riesca o meno ad evitare questa stilettata alla razza padrona già da subito o solo in seconda istanza. Ma anche se è probabile che un governo giallo verde possa fallire e immergersi in una di quelle spirali carsiche che conosciamo fin troppo bene, noi non possiamo più fare a meno di scegliere da che parte stare, non possiamo più traccheggiare con scuse, alibi, riflessi pavloviani, perché già questa è una scelta intrinsecamente a favore di una società diseguale. Ben venga che nel tempo subentrino altri e diversi soggetti politici, anche se per ora non si vede in giro nient’altro che si discosti dalle ben conosciute sinistrerie che nascondono l’incapacità di fare una scelta di campo anche sull’asse alto – basso, di avere una visione complessiva coerente al XXI° secolo, immillando e mettendo sullo stesso piano fatti fondamentali, chincaglierie e ribaltamenti di cause ed effetti per levitare sempre in un punto zero.

Annunci

Informazioni su ilsimplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come. Vedi tutti gli articoli di ilsimplicissimus

11 responses to “Giallo – verde, allarme rosso

  • Epistemologia del falso esperto | Il simplicissimus

    […] al tocco. Si pensi – una per tutte – alla questione della cancellazione del debito (qui) considerata un’idea innovativa dal Sole 24 ore quando si trattava del Giappone e vista […]

    Mi piace

  • jorge

    per chiarezza, il simplicissimus ha parlato di donne che hanno lamentato palpazioni e ricatti sessuali, definendo l’episodio di per se poco significativo o addirittura nin accertato non accertato,

    anonimo ha colto la palla al balzo per infangare il femminismo come se questo fosse l’ideologia dei dititti civili, e per sminuire TUTTE le forme di denuncia di ricatti sessuali e di molestie, le quali sono notoriamente un cavallo di battaglia del femminismo

    a testimonianza , tutti i commenti di anonimo in merito a queta discussione per me chiusa, e non solo quelli da lui richiamati con un singolo link

    perfino rispetto agli stupri sistematici nelle campagne (denuncie cgil), ha criticato il lavoro nero ma non gli stupri stessi

    se uno non perde occasione per deridere le denuncie di ricatti sessuali, femminicidi e via cantando,, sistematicamente attribuite ad una presunta lagna femminista rivolta a fare carriera, riducendo tutto ciò a palpatine di cui le donne non dovrebbero nemmeno lamentarsi stanti i bambini morti in iraq e tanti piu gravi problemi, allora questa è proprio la ideologia del zozzone, che rivendica piena tolleranza per tali zozzonerie

    non c’e mica bisogno di di chiedere la depenalizzazione dei ricatti sessuali, o di difendere gli stupratori del circeo, se anonimo dice di non essersi spinto fino a questi livelli o peggio scopre l’acqua calda

    Mi piace

  • jorge

    le dinamiche sotto descritte sono strutturali, è il quadro della nostra civilizzazione,non è un atto di accusa verso nessuno, tranne che verso soggetti particolarmente disarticolati, ed agiti dal capitale, da rinfrzarle oltre il loro livello strutturale, come fa anonimo con la sua ideologia da frustrato e devastato, psicologico, con la maturazione del pierino di alvaro vitali.

    Mi piace

  • jorge

    sinistrato è anonimo, che appositamente spaccia l’ideologia dei diritti civili, con cui la obama , nel nostro caso la hillary clinton ,vuole fare carriera,
    come se ciò fossa il femminismo.

    non saranno mai gli uomini a rinunciare spontaneamente ai privilegi di opprimere la donna, con cui il capitale li ripaga, come compenso rispetto ai livelli di sfruttamento che tali uomini subiscono sul lavoro

    più il capitale sfrutta gli uomini, più da loro il compenso di opprimere la donna

    le stesse donne dei paesi arabi islamici osservano che essendo aumentati i livelli di sfruttamento degli uomini arabi sul lavoro stante del neoliberismo, allora tali uomini hanno riscoperto la sharija rifacendiosi sulle donne ( su consiglio del ricchissimo clero islamico).

    Infatti la sharija chiede alla donna di essere sottomessa all’uomo, così come l’uomo deve essere sottomesso al padrone sul luogo di lavoro.

    è chiaro che piu gli uomini si rifanno sulle donne, meno si ribellano al capitalismo

    il femminismo svolge quindi una funzione utile, Anonimo segue la strada islamica, si rifà sulle donne e contro il femminismo, perchè cosi sopporta meglio lo sfruttamento capitalistico, e così rifacendosi può belare misericordia al capitalismo invece di combatterlo

    chi è contro il capitalismo, non vuole rifarsi sulle donne per sopportare meglio lo sfruttamento sul lavoro, pertanto combatte tale sfruttamento ed il capitalismo per arrivarre ad una società di liberi ed uguali , donne ed uomini che siano

    anonimo è un frustrato,, non ha argomenti, sinistrato cianciare, iperboli che nascondono la mancanza di argomenti

    anonimo vorrebbe dire al capitale, opprimi di più gli extracomunitari per fare stare meglio me, seza capire che rotto così il fronte il capitale sfrutta autoctoni ed extracomunitari

    si rassegni anonimo il frustrato, egli agli occhi del capitale vale quanto un nigeriano appena immigrato, ad anonimo pesa avere perso lo status, ma il capitale se ne sbatte, e considera anonimo proprio come un vu cumprà immigrato

    e non dica anonimo che non può lottare insieme ad exstracomunitari,, e donne, e proletari che abitano in altre nazioni, infatti non deve lottare insieme, ognuno si fa la sua lotta , basta non intralciarsi,

    se gli exstracomunitari non vengono quà, sara il cappitale ad andare là, e nessun governo lo impedirà mai, perchè un governo in una sola nazione è debole rispetto ai ricatti del capitale mondializzato, serve un fronte proletario mondiale, non perchè ci si debba fondere tutti insieme, ognuno si fa la sua battaglia, basta non intralciarsi

    i fatti sono questi, anche se anonimo, al pari di una vecchia zitella, rimpiange il passato migliore del presente, perchè è troppo frustrato ed insicuro per immaginare il futuro. E allora anonimo bela misericordia al capitale come lo schiavo al padrone, implorando il capitale di trattarlo meglio rispetto agli extracomunitari, e dicendo sfruttami pure, ma almeno dammi la consolazione pratica e pisicologica che quando vedo una donna mi faccio servire e mi sento superiore a lei

    tanto succube e lecca non so cosa al capitale (pisello?), tanto aggressivo con extracomunitari donne e chi come me ha una visione realistica della realtà, dico già che non intendo rispondere oltre alle solite banalita prive di ragionamento nonchè primitive con cui anonimo sicuramente risponderà

    gli sembra strano che non scatti verso di lui la solidarietà maschile-adolescenziale, il zozzone parte da una critaca del simplicissimus a donne carrieriste che seguono l’ideologia dei diritti civili per arrivare ad infangare il femminismo, che anche adesso e vivo e vegeto e non è contro l’uomo , basta docume ntarsi ed io ho postato piu di un esempio, il zozzone complice irride ai ricatti sessuali, ai femminincidi, agli stupri, non capisce neanche che per fortuna tanti uomioni hanno mogli e figlie femmine, e quanto sentono anonimo non possono che giudicarlo un zozzone

    l’idelogia dei diritti civili nasce in inghilterra agli albori dell’impero, non dice gli uomini devono avere il benessere, dice gli uomini devono avere il diritto a cercare il benessere, poi chi non lo trova sono cazzi suoi, è l’ideologia adatta a colonizzare il mondo e ad appropriarsi di terre in india, e nel mondo intero, gli espropriati sono cazzi loro,

    i neri come obama, le donne come la clinton rivendicano i diritti civili, questi diritti soggettivi oggi relativi al fare carriera, poi chi non la fa ed è escluso sono cazzi sua,anonimo in malafede spaccia l’ideologia dei diritti civili nella sua specificazione femminile come se cio fosse il femminismo, che invece richiede diritti concreti e di contenuto, non formali e solo per chi riese a fare carriera

    del pari, malcom x o luther king no c’entrano niente con l’ideologia dei diritti civili propria di obama, chi pensa ai diritti civili ( carriera) e neoliberista e vota leggi che riducono asili, sanità, e provocano maggiore oppressione proprio su donne e neri

    per cui anonimo è un frustrato zozzone

    Mi piace

    • jorge

      la decantata riforma sanitaria di obama, ancorchè osteggiata della destra,è cosa in pratica ridicola, sotto la presidenza obama la povertà in usa ha continuato ad espandersi

      Mi piace

  • Anonimo

    “se per ora non si vede in giro nient’altro che si discosti dalle ben conosciute sinistrerie che nascondono l’incapacità di fare una scelta di campo anche sull’asse alto – basso, di avere una visione complessiva coerente al XXI° secolo, immillando e mettendo sullo stesso piano fatti fondamentali, chincaglierie e ribaltamenti di cause ed effetti per levitare sempre in un punto zero.”

    Sacrosante parole.

    Mi piace

    • Anonimo

      Qualche sinistrato potrebbe essere preoccupato ed in affanno per presunte palpatine alla corte dei reali di Svezia, che bene fa il paio con ciance sulla flat tax leghista ed il legalismo-onestismo generico dei M5S… l’importante, è Non parlare di diritti dei lavoratori e di sta sociale, ad esempio.

      Mi piace

  • jorge

    il simplicissimus scrive

    feroce paradigma finanziario imposto a suo tempo per ottemperare ai dogmi del neo liberismo cosmopolita, però anche funzionale – e lo si è visto benissimo – ad alcuni interessi nazionali, nascosti sotto il manto europeista.

    un buon passo avanti, il simplicissimus inizia a capire che il nemico è in casa, il 30% degli italiani che grazie al neoliberismo hanno avocatyo a se tutta la ricchezza prodotta in italia da fine anni 80, ad es il recente convegno degli economisti borghesi a ventotene e stto apèerto da una relazione che afferma essersi spostati 15 punti di pil dai lavoratori ai ceti alti negli ultimi circa 15-20 anni

    Il nemico in casa, omologo del nostro 30% di espropriatori, lo hanno anche le masse popolari americane, francesi, inglesi, perfino tedesche etc

    Gli espropriatori americani , francesi inglesi e pure tedeschi sono le famose elites mondialiste di cui parla il simplicissimus, ovviamente hanno al loro interno una gerarchia ma neanche tanto, pecunia non olet

    Chiaramente, ogni elite nazionale cerca di far credere ai connazionali subalterni che la colpa è di qualche congerie estera, cosi da marciare alla testa dei connazionali subalterni. Sia per imporre ulteriore esproprio con la paura dello spread, dei mercati, delòle borse, sia per spacciarsi come ddifensori degli interessi nazionali ( nfigurarsi i sovranisti che poi vogliono la flat tax, che hanno da dare alle loro masse popolari)

    mondialisti piddini, o sovranisti tipo lega ma anche 5 stelle, ma sono sempre le elites a guadagnarci, perchè col vestito di renzi o salvini sono sempre esse a d essere alla testa dei movimenti di protesta. Intruppato ora dall’una o dall’altra fazione borghese, il popolo non trova mai una sua autonomia politica, e si scoraggia e soccombe inevitabilmente secula seculorum

    con pd di maio o salvini, cambiano solo gli equilibri interni alla elite, ed dinamiche simili si osservano in tutto il mondo

    Non si dia troppa importanza alle minacce del financial times o di qualche autorità europea,mancando un reale ancporaggio di classe di maio e salvini non possono andare fino in fondo, e faranno la fine di tsipras (aqnche lui senza ancoraggio di classe)

    Mi piace

  • redattorecapo

    L’ha ribloggato su bondenocome ha commentato:
    Le oligarchie stanno preparando un’operazione a mezza strada fra quella Monti e quella Tsipras a seconda che Mattarella, l’alias di Napolitano, riesca o meno ad evitare questa stilettata alla razza padrona già da subito o solo in seconda istanza

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: