air_france_1L’assalto ai dirigenti di Air France che vogliono altri 2900 licenziamenti dopo i 10.000 già effettuati dopo il 2009, ha suscitato grande emozione nel Paese. Da una parte quella vendicativa e meschina del potere che annuncia vendetta, dall’altra quelli che ci vedono un riscatto alla rassegnazione. Un intellettuale di sinistra, come non ne conosciamo più qui in Italia, Victor Ayoli ha anche pubblicato un sonetto epico sulla rivolta:

Ils y ont laissé la chemise
Arrachée par les Sans-culottes !
Finies les foules soumises
Les patrons font dans leur culotte.

Variable d’ajustement
Des profits des multinationales
Les exploités, brutalement,
Ont montré à la gent patronale

Que le rapport de force pouvait
hanger pourvu que la plèbe
Cesse de se laisser caver

Le pognon sorti de la glèbe
Par leur travail, par leur labeur.
Olé ! Les parasites ont peur !

La traduzione l’ho messa alla fine di questo brevissimo post. Ma perché Air France licenzia e vuole abbassare i salari del 17%? Per far fronte alla concorrenza delle compagnie low cost sulle tratte medie e brevi, anzi per abbandonare questo settore dove non è competitiva. La cosa parrebbe semplice se non fosse che la competitività delle linee a basso costo oltre a nascere da un ossessivo consumismo turistico, non si fonda affatto sul rapporto costo – ricavi, ma semplicemente e grottescamente sui contributi che ricevono da centinaia di enti pubblici, locali e regionali, che vogliono per motivi elettorali o di prestigio o di altri ancora più perversi, un collegamento aereo o un numero sempre più alto di essi. Perciò pagano profumatamente le low cost affinché svolgano il servizio, e magari dopo aver incamerato qualche “riconoscimento” per la costruzione dell’aeroporto: in una parola i licenziamenti delle grandi compagnie nazionali nascono paradossalmente da soldi pubblici. A parte tutto quelli che si adontano per lo scandalo Volkwagen e sono attenti all’ambiente oltre che al last minute, dovrebbero quanto meno sapere che un aereo emette per ogni passeggero il doppio di gas serra prodotto nel caso che ognuno di essi facesse lo stesso viaggio con un auto di grande cilindrata. Non sarebbe il caso di ripensare a questo modello?

Hanno perso la camicia
strappata dai sanculotti!
Senza folle sottomesse
i padroni se la fanno addosso

Variabili sacrificabili
ai profitti delle multinazioni
i licenziati, brutalmente,
hanno mostrato ai datori di lavoro

che i rapporti di forza
potrebbero cambiare
se soltanto la gente

rifiutasse di subire la rapina
dei soldi nati dal suo lavoro.
Olè, i parassiti hanno paura.