7 agosto 2009

La foto a fianco risale al 2009 quando inaspettatamente  Berlusconi si presentò al termine del vertice russo- turco in cui si parlava anche di gas e di gasdotti. La stessa foto viene oggi pubblicata da il “Giornale” che esalta la diplomazia di Silvio.

Il realtà il premier turco Erdogan si mostrò molto sorpreso e sconcertato da quella incongrua presenza e dalla pretesa di Berlusconi di essere anche lui parte degli accordi. Anzi fu così irritato che un giornale inglese titolò “Turks deride Berlusconi’s gas diplomacy”.

Ma Putin non disse nulla su questa “sorpresa”e ora, grazie a WikiLeaks, cominciamo ad intuirne le ragioni.Possiamo già cominciare a fare i conti su quanto è costato il lettone di zar Vladimir.

E capiamo anche perché Silvio guardi con tanta attenzione al gas russo e al gas di tutta l’asia centrale. Con la stessa, immagino, della banca Arner e di qualche istituto caraibico.

Certo con le forniture energetiche si possono grandi guadagni. Ed è forse per questo che l’Italia è alla canna del gas.