il Simplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come.

politica

Scienziati contro: “Rispondete o sospendete le vaccinazioni”

E’ in pieno sviluppo la battaglia per il vaccino AstraZeneca, sospeso a quanto sembra per troppe reazioni avverse decessi che però altri hanno fretta di negare sulla base di  opinioni non supportate da alcuna statistica: insomma si combatte aspramente in quel sottosuolo medicale dove salute e profitto si confondono. La cosa meravigliosa è che come a questa parte  al pubblico viene negata qualsiasi conoscenza specifica delle ragioni. E intanto però si è saputo di una lettera aperta inviata da 12 eminenti scienziati scienziati all’ Agenzia Europea del farmaco ( Ema) nella quale si chiede a questo organismo di  ” affrontare i problemi di sicurezza urgenti o di sospendere le vaccinazioni” vista la “vasta gamma di effetti collaterali” riscontrate anche in persone giovani che niente avrebbero da temere dal Covid e “le notizie da parte dei media di tutto il mondo di case di cura colpite da Covid-19 entro pochi giorni dalla vaccinazione dei residenti”. Poi proseguono:  “Sebbene riconosciamo che questi eventi potrebbero essere stati, ognuno di essi, sfortunate coincidenze , siamo preoccupati che ci sia stato e continui ad essere un esame inadeguato delle possibili cause di malattia o morte in queste circostanze, e specialmente in assenza degli esami post mortem”

Questa lettera aperta è stata inviata all’Ema il 28 febbraio scorso, ma non ha ricevuto alcuna risposta nonostante i 12 scienziati , capeggiati dal  dottor Sucharit Bhakdi, professore emerito di microbiologia medica e immunologia, ed ex presidente dell’Istituto di Microbiologia Medica e Igiene, Università Johannes Gutenberg di Magonza , avessero chiesto una specifica risposta a 7 quesiti capitali per comprendere gli effetti e l’efficacia dei vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca e soprattutto per dissipare le preoccupazioni relative alla sicurezza e alle reazioni avverse come trombocitopenia ( parrebbe quella “tipica” di AstraZeneca) , lesioni endoteliali , microtrombi e ictus. In mancanza di quasi risposta la lettera è stata resa pubblica. Tra le altre osservazioni c’è n’è anche una fondamentale che decostruisce tutta la retorica vaccinale dei governi: “Più in generale, per quanto riguarda lo sviluppo dei vaccini Covid-19, l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa ha dichiarato nella sua Risoluzione 2361 , il 27 gennaio 2021, che gli Stati membri devono garantire che tutti i vaccini Covid-19 siano supportati da alta qualità prove corrette e condotte in modo etico. I funzionari dell’EMA e altri organismi di regolamentazione nei paesi dell’UE sono vincolati da questi criteri. Dovrebbero essere informati che potrebbero violare la risoluzione 2361 applicando prodotti medici ancora in studio di fase 3. Ai sensi della risoluzione 2361, gli Stati membri devono anche informare i cittadini che la vaccinazione non è obbligatoria e garantire che nessuno sia politicamente, socialmente o altrimenti sottoposto a pressioni per essere vaccinato. Gli Stati sono inoltre tenuti a garantire che nessuno sia discriminato per non aver ricevuto il vaccino “.

Ora mi rendo conto di fare cosa sgradita, ma chiedo al lettore di fare un piccolo sforzo e di seguire le sette domande nelle quali sono stati chiesti chiarimenti che non sono arrivati semplicemente perché l’agenzia del farmaco non è assolutamente in grado di rispondere e si trova nell’imbarazzo di aver autorizzato vaccini di cui non si sa in realtà proprio nulla al di là del meccanismo di azione. Si tratta di domande tecniche che forse potranno dire poco ai più, ma che è necessario esplorare per replicare a quelli che confondo la scienza con l’autorità e soprattutto per mostrare a quale rischio si esponga la popolazione per combattere un virus tuto sommato di livello influenzale :

  1. Dopo l’iniezione intramuscolare, ci si deve aspettare che i vaccini basati su geni raggiungano il flusso sanguigno e si diffondano in tutto il corpo . Chiediamo la prova che questa possibilità sia stata esclusa nei modelli animali preclinici con tutti e tre i vaccini prima della loro approvazione per l’uso negli esseri umani da parte dell’EMA.
  2. Se tali prove non sono disponibili, ci si deve aspettare che i vaccini rimangano intrappolati nella circolazione e vengano assorbiti dalle cellule endoteliali . C’è motivo di presumere che ciò accadrà in particolare nei siti di flusso sanguigno lento, cioè nei piccoli vasi e capillari. Chiediamo prove che questa probabilità sia stata esclusa nei modelli animali preclinici con tutti e tre i vaccini prima della loro approvazione per l’uso negli esseri umani da parte dell’EMA.
  3. Se tale evidenza non è disponibile, ci si deve aspettare che durante l’espressione degli acidi nucleici dei vaccini, i peptidi derivati ​​dalla proteina spike saranno presentati attraverso la via MHC I – sulla superficie luminale delle cellule. Molti individui sani hanno linfociti CD8 che riconoscono tali peptidi, il che può essere dovuto a una precedente infezione da COVID , ma anche a reazioni crociate con altri tipi di Coronavirus. Dobbiamo presumere che questi linfociti attaccheranno le rispettive cellule. Chiediamo prove che questa probabilità sia stata esclusa nei modelli animali preclinici con tutti e tre i vaccini prima della loro approvazione per l’uso negli esseri umani da parte dell’EMA. 
  4. Se tale evidenza non è disponibile, ci si deve aspettare che il danno endoteliale con conseguente innesco della coagulazione del sangue tramite l’attivazione piastrinica si verificherà in innumerevoli siti in tutto il corpo. Chiediamo prove che questa probabilità sia stata esclusa nei modelli animali preclinici con tutti e tre i vaccini prima della loro approvazione per l’uso negli esseri umani da parte dell’EMA.
  5. Se tale prova non è disponibile, ci si deve aspettare che ciò comporterà un calo della conta piastrinica, la comparsa di D-dimeri nel sangue e una miriade di lesioni ischemiche in tutto il corpo, inclusi cervello, midollo spinale e cuore. Disturbi emorragici potrebbero verificarsi sulla scia di questo nuovo tipo di sindrome DIC, inclusi, tra le altre possibilità, sanguinamenti abbondanti e ictus emorragico. Chiediamo la prova che tutte queste possibilità sono state escluse nei modelli animali pre-clinici con tutti e tre i vaccini prima della loro approvazione per l’uso negli esseri umani da parte dell’EMA.
  6. La proteina spike SARS-CoV-2 si lega al recettore ACE2 sulle piastrine, il che si traduce nella loro attivazione. La trombocitopenia è stata segnalata nei casi gravi di infezione da SARS-CoV-2. È stata segnalata anche trombocitopenia in soggetti vaccinati [8]. Chiediamo la prova che il potenziale pericolo di attivazione piastrinica che porterebbe anche alla coagulazione intravascolare disseminata (DIC) è stato escluso con tutti e tre i vaccini prima della loro approvazione per l’uso negli esseri umani da parte dell’EMA.
  7. La diffusione in tutto il mondo di SARS-CoV-2 ha creato una pandemia di malattia associata a molti decessi. Tuttavia, al momento dell’esame per l’approvazione dei vaccini, i sistemi sanitari della maggior parte dei paesi non erano più sotto la minaccia imminente di essere sopraffatti perché una percentuale crescente del mondo era già stata infettata e il peggio della pandemia era già diminuito. Di conseguenza, chiediamo prove conclusive dell’esistenza di un’emergenza effettiva al momento in cui l’EMA ha concesso l’ autorizzazione all’immissione in commercio condizionale ai produttori di tutti e tre i vaccini, per giustificare la loro approvazione per l’uso negli esseri umani da parte dell’EMA, presumibilmente a causa di tale emergenza.
Come si vede qui di chiede se si sono sperimentati e si possono escludere alcune possibili effetti avversi dei vaccini a mRna, soprattutto nell’indurre catastrofiche e anomale reazioni del sistema immunitario che potrebbero anche svilupparsi a anche a parecchio tempo di distanza dalla vaccinazione venendo a contatto col virus del Covid o con qualche altro coronavirus affine e magari innocuo . L’impressione è che non ci si preoccupi minimamente di rispondere a queste domande che pure sono basilari, quanto di nascondere a tutti i decessi e reazioni avverse

 

8 risposte a "Scienziati contro: “Rispondete o sospendete le vaccinazioni”"

  1. Il coronavirus, ha sostituito i terrorismo eccezionalista-emergenzialista ( del periodo Monti…) dello spread, nella demolizione dei principi e diritti democratici, per non parlare di quelli del lavoro…

    "Mi piace"

  2. Incongruenze con i tamponi funzionali ai vaccini?
    https://www.luogocomune.net/21-medicina-salute/5734-la-farsa-dei-tamponi
    Vedi commento n°7.
    https://igienistamentale.com/informazione/sui-tamponi-nano-robot-nanotech/
    https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/26057769/
    E’ sempre più evidente, se fosse tutto confermato, che la nostra salute è governata da algoritmi, il cui responso sarebbe sempre corretto e indiscutibile.
    La fine.

    "Mi piace"

  3. “L’impressione è che non ci si preoccupi minimamente di rispondere a queste domande che pure sono basilari, quanto di nascondere a tutti i decessi e reazioni avverse.”

    Certo che per nascondere omicidi colposi, evitare di procedere Non l’autopsia di presunte morti da covind19, ad esempio , può essere un mezzo di occultamento…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: