Annunci

Europa: la libertà si ferma alle foto dei gattini

uid_12ee86e7da5Oggi il Parlamento europeo avrà modo di mostrare in modo esemplare il proprio livello di intelligenza, il senso di libertà a cui si ispira e la sua ragione d’essere rispetto ai parlamenti nazionali: dovrà infatti votare una direttiva elaborata dal Comitato Affari Legali del Parlamento Europeo, che costituisce uno dei fondamentali passaggi per chiudere la bocca alla gente e togliergli quella libertà di espressione che sostanzia la democrazia; si tratta infatti in pratica di chiudere la rete ad ogni apporto che non venga da fonti ufficialmente riconosciute, ovvero dall’informazione e comunicazione mainstream, rendendo pressoché impossibile e azzardato fare informazione in rete e permettere che qualcuno ne fruisca.

Come tutti gli infingardi e i servi sciocchi questo onorevole “comitato d’affari” non si azzarda a negare tout court un diritto perché sarebbe davvero troppo persino per i ordini laici del culto europeo, lo rende semplicemente indisponibile per chi va oltre le foto dei gattini e lo fa attraverso un’ apparente difesa del copyright cioè attraverso il coté  commerciale a affaristico del vecchio e buon diritto d’autore. In sostanza si stabilisce che gli editori possano chiedere un pagamento non solo per la condivisione integrale di una notizia, ma anche semplicemente per una citazione di poche parole della stessa o per un link ad essa. Quindi diventa più che mai evidente che niente sarà come prima non solo per i siti di aggregazione, non solo per imprese come Wikipedia che è infatti rimane oscurata per protesta, non solo per i blogger, ma anche i singoli che vogliano postare sui social una frase del tale o del talaltro e che si potrebbero trovare a violare un copyright senza nemmeno rendersene conto.  Naturalmente questo andrà a tutto vantaggio dei troll e degli influencer legati al potere che avrebbero una maggiore agibilità e copertura nella loro opera.  Insomma, per sintetizzare all’estremo, l’interesse, il denaro viene preposto alla libertà, una cosa che è ormai tipica delle istituzioni europee totalmente in mano alle lobby.

La cosa è ancora più grave perché la sorveglianza non è lasciata ai titolari dei diritti di diffusione commerciale che di certo non potrebbero mai controllare tutto, ma alle piattaforme sulle quali vengono ospitati i contenuti. Ovviamente il controllo, visti i numeri, non potrebbe mai essere effettuato da persone, ma verrà fatalmente affidato a filtri di censura preventiva e automatica, che escluderà ciò che un algoritmo a torto o a ragione considererà violazione del copyright, sia essa un testo, una citazione, un link, un’immagine, un brano musicale, un disegno, insomma qualsiasi cosa.  E tanto per completare l’opera non sono previste penali per chi dichiara truffaldinamente un proprio copyright anche se questo atto fa chiudere un sito o fa escludere dalla rete dei contributi: questa inqualificabile stranezza che a prima vista potrebbe essere addebitata alla superficialità e alla cialtroneria intellettuale di chi l’ha pensata e sottoscritta, ci porta invece al senso vero della direttiva che oltre ad essere un assist agli editori, è probabilmente quella di permettere un tale arbitrio della censura da circondare e fare deperire l’informazione non ufficiale.

Chi immaginava uno spazio comune di di libertà si trova alle prese con uno spazio comune di censura e di negazione della libertà: il fatto che questa direttiva abbia suscitato sdegno tra le associazioni dei diritti civili, tra chi opera in rete, tra i padri di internet e in tutte i centinaia di centri interessati ai diritti di autore, dimostra dopotutto che l’Europa esiste non grazie alle sue istituzioni e alle sue oligarchie, ma nonostante queste.

Annunci

Informazioni su ilsimplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come. Vedi tutti gli articoli di ilsimplicissimus

8 responses to “Europa: la libertà si ferma alle foto dei gattini

  • Jefferson era un odiatore: il contrappasso della censura | Il simplicissimus

    […] opinioni e delle idee in rete con una direttiva degna di qualche autocrate fuori di senno (vedi qui ), i grandi gestori della rete si danno da fare per realizzare il diabolico piano di dare la parola […]

    Mi piace

  • andrea z.

    La direttiva è stata respinta dal Parlamento Europeo e rinviata a Settembre.
    Se mettessero il bavaglio all’informazione alternativa non commetterebbero solo un atto anti-democratico, ma dimostrerebbero un’ottusità controproducente.
    Tenendo aperti questi siti i membri dell’elite sarebbero sempre in grado di monitorare e di controlllare la stato della protesta e della rabbia popolare; chiudendoli perderebbero il polso della situazione.
    La “sovragestione” si è sempre dimostrata molto cinica e sottile in queste faccende; se i suoi componenti commettessero davvero un errore così grossolano vorrebbe dire che stanno perdendo lucidità e capacità di interpretare la realtà.

    Mi piace

  • andrea z.

    Il metodo migliore è quello utilizzato dagli evangelici sionisti americani.
    Si tratta di una setta fondamentalista protestante che ritiene lo Stato di Israele e la riunione di tutti gli ebrei in quel territorio indispensabile per la nuova venuta del messia.
    E’ diffusa nel sud degli USA e conta circa 30 milioni di seguaci che agiscono in perfetta coordinazione.
    Ogni volta che viene presentata una legge contraria agli interessi di Israele o favorevole ai palestinesi milioni di e-mail, lettere e telefonate di biasimo investono Washington, mentre milioni di persone contattano gli uffici dei parlamentari e dei governanti in modo favorevole quando le proposte sono a favore di Tel Aviv.
    E’ una lobby più potente dell’AIPAC, quella famosa che tutti, a torto, considerano il vero governo ombra americano.
    L’insegnamento è chiaro: far sentire la pressione in modo concreto sui governanti per spingerli ad agire secondo gli interessi dei cittadini, perchè a volte la quantità vale più della qualità.

    Mi piace

  • Anonimo

    Fin che si può dire…

    Tipo nel 2004, il (s)governo berlusconi, approvo un provvedimento di legge in cui obbligava ( inutilmente o dannosamente…) a tenere i fari abbaglianti accesi anche di giorno fuori dai centri abitati;
    stranamente sto favore i meccanici ed ai rivenditori di auto ricambi, Non è stato considerato UNA FORMA (ANCHE DANNOSA , PER L’INQUINAMENTO E CONSUMISMO…) di assistenzialismo a detti soggetti.
    Mentre un dignitoso reddito di cittadinanza, per la schiera di Prenditori, lo deve per forza essere.

    Mi piace

    • Anonimo

      Rettifica

      (s)governo berlusconi, approvò un provvedimento di legge in cui obbligava ( inutilmente o dannosamente…) a tenere i fari ANabbaglianti

      Mi piace

  • Europa: la libertà si ferma alle foto dei gattini — Il simplicissimus – Pina Chidichimo

    […] via Europa: la libertà si ferma alle foto dei gattini — Il simplicissimus […]

    Mi piace

  • Anonimo

    E’ una vecchia idea di Soros, che ha a libro paga centinaia di parlamentari europei e non, che i populismi siano stati aiutati dai blog di controinformazione, dimenticando che in Italia li leggono quattro gatti e in Europa forse otto.
    I grandi finanzieri globalisti non riescono ad accettare che il popolo possa ribellarsi di sua iniziativa, dopo essere stato spogliato di ogni diritto sociale e sindacale e derubato dei suoi risparmi con bond farlocchi, obbligazioni secondarie, azioni in tripla A fino alla mattina stessa del fallimento aziendale etc.
    Che chiudano pure tutto quello che vogliono, tanto ormai il meccanismo di ribellione si è messo in moto e i populismi europei sono guidati dalla nuova amministrazione americana.
    Tra poco la Germania si allineerà al centro dell’impero con la fine della Merkel, poi toccherà alla Francia adeguarsi alla linea di Bannon.
    La globalizzazione neoliberista e neofeudale volge al termine, rimangono solo le macerie da contemplare e la speranza che la lezione serva per il futuro.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: