Ho trovato per caso una citazione di Tāng Xiǎnzǔ, il saggista e drammaturgo dell’epoca Ming, l’autore de Il padiglione delle Peonie. Strano come sembri adattarsi ai tempi: L’uomo virtuoso è quello che quello che dopo di sé lascia      persone migliori,  l’uomo malvagio è quello che dopo di sé lascia persone ancora peggiori.

Del resto Xiǎnzǔ se ne intendeva, le sue opere colpiscono soprattutto gli ipocriti, i burocrati perfidi e astuti della corte, le nullità che corrono alle cariche pubbliche per arricchirsi. Esperienze vissute di persona visto che per la sua dirittura morale venne in odio ai potenti che lo consideravano un pericolo. Si ritirò a 48 anni dagli incarichi che ricopriva nella burocrazia imperiale e si dedicò alla letteratura.

Tutte cose che naturalmente appartengono solo alla Cina di cinque secoli fa.