Se Ruby Rubacuori fosse stata davvero la nipote di Mubarak il fatto di essere stata abbandonata nelle mani di escort a partecipazione statale, avrebbe avuto conseguenze per l’Italia  infinitamente minori di quelle che si profilano. Il vaso di Pandora di bugie, dissipazione, immoralità che la ragazzina involontariamente ha aperto, sta oggi mettendo a rischio la stabilità finanziaria del Paese.

E’ da lì, da qual maelstrom di depravazione che è cominciato il declino di Silvio e dei suoi timonieri leghisti perché dal groviglio di tette e posteriori, di paraninfi e ministre sans culottes, si è fatta strada la percezione della realtà che ha bucato la favola: un governo assente e incapace che aveva buttano nel cestino ogni promessa e lasciato il Paese al suo declino.

Ma adesso, dopo le batoste, per tentare di ricucire il sipario strappato dalle franch nails, il vecchio Silvio in ambasce per il suo passato e lo svanito Umberto in ansia per il futuro, vogliono tentare ad ogni costo di recuperare consenso. Nel loro universo grande ormai come un guscio di noce non riescono a trovare di meglio che ripetere il vecchio trucco del calo delle tasse. In diciotto anni si sono ben guardati dal farlo, perché un calo reale della tassazione non può che essere compensato da un calo dell’evasione. E questo naturalmente non era ciò che chiedeva l’elettorato di riferimento.

Non lo faranno nemmeno questa volta, vogliono solo adescare ancora una parte degli italiani, magari con qualche decreto da chiudere poi nel cassetto come nel 2005. Ma il solo dirlo in momento turbolento per le finanze europee, con l’incendio greco alle porte e con una manovra da 40 miliardi di euro imposta da Bruxelles, ha subito allarmato i mercati e lo spread con i titoli tedeschi è immediatamente salito alle stelle, l’ Europa ha voluto sapere nello specifico come verranno trovati i soldi, mentre da qualche parte nel mondo qualche pescecane sta già affilando i denti.

Ma cosa volete che sia tutto questo di fronte al salvataggio dell’autocrate e del suo ufficiale in seconda?  Oh si occhi puntati su Pontida: e cosa dirà e cosa farà e il pollice come lo tiene. E su palazzo con i vertici della peggiore avvocatura del secolo: cosa farà, cosa dirà e come è andata stanotte. Anche lo spettacolo di un’informazione prona a questo orrendo stupidario, allo spettacolo messo in scena da morti viventi, è  impressionante.

Però in questa enfasi indirettamente conferma lo stato confusionale del Paese all’occhiuto cinismo dei capitali. Ma cosa importa? Dopotutto, anche  il Paese può andare a puttane come Silvio. Il quale prima o poi pronuncerà la storica frase: ma cosa vogliono, se non hanno mignotte, vadano a escort. La brioche è fuori moda.