“Assumerò direttamente la responsabilità dello sgombero dei rifiuti di Napoli e degli impianti futuri con disposizioni che voglio siano definitive, in pochi mesi trasformeremo la situazione e scenderò in campo con la mia attività personale”. Ennesima parola di Berlusconi.

Ormai non si contano più le volte in cui la situazione dei rifiuti a Napoli è stata risolta o si promette che verrà risolta a tamburo battente. Tre giorni, quindici, una settimana, un mese, no pazienza, mi boicottano, c’è un complotto.

Però questa volta sembra che il premier voglia personalmente occuparsi della raccolta per le strade di Napoli. Del resto come operatore ecologico sarebbe formidabile: in fondo si tratta di scopare.