Les adieu

Oggi avrei voluto produrre un documento sui numeri del Covid 19, realizzato da una società svizzera di analisi che proprio sulla base dei dati ufficiali, dunque provenienti dal mainstream, decostruisce alla radice tutta la narrazione pandemica comprese  le “aggiunte” delle ultime settimane sfornate per tener viva la paura. Ma poi ho capito che sarebbe solo fatica sprecata: se uno è capace di bersi la cretinata che tagliare il Parlamento sia un’operazione democratica allora tanto vale lasciarlo cuocere nel suo brodo e farlo crepare di miasmi da mascherina o da assenza di lavoro. Questo non è un Paese per giovani, non è un Paese per vecchi, non è un Paese per uomini, ma solo per omminicchi. Ho già perso troppo tempo e troppi soldi nell’illusione di poter contribuire con un chicco di riso a un risveglio della politica e ho anche capito che anche quel minimo di resistenza al mainstream e alla banalità  finisce per aizzare gli ottusi a confermarsi nelle loro convinzioni ogni volta che esse siano apertamente contraddette dalla realtà e/o dalla logica. Questa è sostanzialmente la ragione per cui tutti i siti di informazione alternativa sono destinati a rimanere marginali e di nicchia nonostante i numeri che talvolta possono esibire. Questo senza tenere conto della folla di piccoli opportunisti che vogliono vendere tazze e libercoli scopiazzati per approdare alle stanze del potere o che tentano  campare in qualche modo del mugugno, tutta gente con la quale non ci vogliamo mischiare.

Quindi è venuto il momento di cambiare questa esperienza, tagliando la presenza sui social che sono ormai ridotti a una dialettica inconsistente, tossica e malata  perché in questo ambito quando l’inutilità diventa palese, la perseveranza diventa patetica. Ringrazio tutti quelli – anche se pochissimi e dunque di grande qualità come gli italiani hanno asserito a maggioranza- che hanno avuto la pazienza di seguire il Simplicissimus e che potranno continuare a leggerci sul blog, ma non più su Facebook o su Twitter. Non ci mancheranno le soddisfazioni, anche se purtroppo limitate alla miserabile schadenfreude di assistere alla rovina di chi pensa di vivere nel migliore dei mondi possibili o nel meno peggio dei mondi realizzabili.

Informazioni su ilsimplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come. Vedi tutti gli articoli di ilsimplicissimus

39 responses to “Les adieu

  • Beppe Slaviero

    L’intelligenza non fa più (per ora) massa critica ma non va mai sottovalutata o svalutare, tanto meno disprezzata o calpestata come in effetti vediamo sempre più verificarsi su fb… Per cui è comprensibile l’addio di persone intelligenti che perseguono la comprensione della realtà in un contesto di confronto “intelligente”… Buon proseguimento. Vi seguirò sul blog.

    "Mi piace"

  • clavan

    Non posso dire che il fatto di non andare più su FB mi colpisca in quanto io ho sempre seguito solo il blog. Fb ormai è diventato solamente posto per siti pubblicitari siti istituzionali e gattini disperati (intendo le foto nessun riferimento a Gatto che scrive qui sopra). Simplicissimus o come si chiama non si faccia abbattere, purtroppo occorre armarsi di santa pazienza, noi siamo sempre di piùmentre le persone che bevono indiscriminatamente quanto propinato dalla propaganda del mainstream sono sempre meno… ci vorrà taaanto tempo ma prima o poi ce la faremo… l’unica cosa che fa venire rabbia è che poi quellil che adesso adorano il mainstrem poi diranno “ma noi l’abbiamo sempre pensata come voi”)

    "Mi piace"

    • GATTO

      Ringraziando @clavan per il ‘distinguo’, mi permetto di aggiungere che un certo tipo di visione utopica sulla possibile conversione del pensiero mainstream, non faccia altro che alimentare l’aspetto distopico – ma anche ‘dispotico’, perché, in realtà, cose affatto inseparabili – ormai palesemente in peggioramento.

      A mio modesto avviso, la stragrande maggioranza degli individui ha superato un punto di non ritorno, dal quale anche volendo, non avrebbe più la possibilità di affrancarsi.

      Nel caso particolare, rappresentato da Il SImplicissimus, cedere allo scoraggiamento ed esaurire la pazienza sarebbero, per i motivi suddetti, non solo condizioni capibili, ma assolutamente auspicabili, perché legittime, epperò conseguenze di una strategia perdente in partenza: scrivere per cambiare la mentalità della massa (questo termine non è messo lì a caso…), sarebbe come pensare di convincere un ‘grave’ a non cadere.

      L’unica cosa che si potrebbe fare è ‘guidare’ la caduta coercitivamente quando ancora la situazione lo permetta, ma come abbiamo visto, ormai l’accelerazione è troppo pronunciata per poterla arrestare.

      In conclusione, l’unica cosa fattibile in queste circostanze è quella di tenere un atteggiamento equivalente a quello dei filosofi alchimisti medievali, i quali tenevano a ribadire che non potevano che scrivere per loro stessi, in questo perfettamente giustificati dallo, e coerenti con, lo stile criptico dei loro scritti, stile che, pur non essendo quello, non certo sibillino, de Il Simplicissimus, gli equivale in sostanza, non sortendo nei più che lo stesso effetto degli ‘incomprensibili’ trattati alchemici.

      "Mi piace"

  • Anonimo

    Il Mitologico libero mercato di concorrenza ( quello tanto pontificato dal commentatore Jorge…) :

    https://www.hwupgrade.it/news/mercato/intel-luce-verde-per-continuare-a-fare-affari-con-huawei_92210.html

    "Mi piace"

  • Darth Moskow

    Ribadendo la stima per il Simplicissimus a me l’analisi della società svizzera interesserebbe leggerla. Anche il post è in parte condivisibile. Amareggia vedere la scarsa capacità di leggere la realtà di certuni (diciamo pure certanti, e magari certroppi), ma è inutile arrabbiarsi perchè gli altri la pensano diversamente. Un po’ perchè se i poverini non sono dotati di senso critico è inutile rampognarli, e un po’ perchè è inutile aspettarsi che il prossimo si allinei ai propri pensieri. Pazienza…e spero che il blog continui
    .

    "Mi piace"

  • Anonimo

    Si può vedere:

    "Mi piace"

  • Fabio

    Chi ha capito ha capito. Chi non ha capito fino ad ora non capirà mai.
    Purtroppo questo è il risultato dell’imbecillità a cui hanno ridotto la gente con una non scuola, una non televisione di informazione e di non giornali asserviti al potere.
    Non c’è speranza che la salvezza arrivi dal basso. Ci siamo ridotti a dover sperare in Trump. E allora speriamo bene e che Dio ce la mandi buona.

    Piace a 1 persona

    • GATTO

      La salvezza, come il potere, non arrivano mai dal basso, ma sempre dall’alto: dal ‘meno’ non può saltar fuori il ‘più’!

      "Mi piace"

      • Fabio

        Probabilmente è vero . Ma allora non ha nemmeno molto senso stare qui a parlarne.

        "Mi piace"

      • GATTO

        A differenza tua, per me e per lo stesso motivo, ha invece moltissimo senso stare qui a parlarne, a patto che, quel “qui”, non lo si intenda riferito al “luogo” virtuale che funge da supporto alla discussione, perché allora potrei anche essere d’accordo: niente come i “social” – e l’articolo che stiamo commentando è abbastanza esplicito in proposito – sono il mezzo meno adatto per parlare, non dico di queste delicate tematiche, ma nemmeno di calcio e “vulva”! Ma questo è quello che offre il mercato: prendere o lasciare!

        "Mi piace"

  • Anonimo non veneziano

    Finalmente una disamina ineccepibile, anche sulle proprie illusioni, che riguardo alla politica è bene non coltivare MAI.

    Agli idioti puoi presentare tonnellate di documenti e sfinirti di spiegazioni oltre ogni ragionevole dubbio, ne ottieni solo muri di gomma e ostinazione infantile a perseverare nella propria cretinaggine, in parte congenita e in parte creata dai media servi del potere.
    È la sindrome del gregge, grazie anche al Vaticano che adora i pecoroni, ci ha fondato una religione sopra, mica pizza e fichi!

    Come si riesca a voler interagire con soggetti frustrati e borderline su Facebook non lo capisco né perderò un secondo a capirlo; i social mi nauseano, e fuori da qui non mi interessa minimamente avere un dialogo con i deficienti con l’aggravante della codardia, debolezza che non perdono a nessuno in Terra, mentre per l’idiozia capisco che non c’è vera cura e mi limito a evitarli come la peste bubbonica (altro che Covid).
    Applico il distanziamento fisico da tali esemplari da una vita intera, ringrazio il Covid per l’aiutino.

    Non saranno certo i blog di contro informazione a trasformare ominicchi e quaraqquaqqua in uomini degni di questo nome, tanto meno attraverso social creati dalla CIA.
    Uomini si nasce e si migliora e si evolve, tutto il resto dell’umanità è decisamente superfluo.

    Piace a 1 persona

    • GATTO

      Come scrivevo anche da un’altra parte (dalla quale sono dovuto scappare inorridito), le tonnellate di documenti ce le hanno pure i cosiddetti “muri di gomma”; gli è che l’approccio alla conosceza deve vertere sul metodo “epistemologico”, non “statistico”.
      La Statistica è una scienza (per modo di dire), ad essere buoni, esclusivamente congetturale e i fatti che accatasta sono solo una somma quantitativa di eventi presunti tutti uguali, dai quali si può ricavare tutto e il suo contrario, se ad analizzarli sono persone “schierate” (e oggi non ci sono che persone schierate): il FATTO in sé, come giustamente diceva qualcuno, è MUTO e a dargli voce non sono altro che i preconcetti di chi lo analizza.

      "Mi piace"

      • Anonimo non veneziano

        Tu arriveresti a scomodare l’epistemologia con gli imbecilli?
        Guarda che nella maggior parte dei casi il quoziente intellettivo di costoro è più basso di quello di un pesce rosso.
        I laureati tra loro poi sono i casi più devastanti di imbecillità, non necessito di fare nomi…

        Ci si può solo augurare la loro estinzione a seguito di una bella glaciazione modello 12 mila anni fa.

        "Mi piace"

      • GATTO

        A dire il vero, Anonimo nv, parlavo di epistemologia anche per attuare una scrematura, con la speranza di ottenere di essere “lasciati tra di noi”, come qualcuno protestava più sotto: hai visto mai?

        "Mi piace"

  • Anonimo

    Ottimo articolo !

    "Mi piace"

  • Nicola Pacelli

    Resistere, resistere, resistere…! “Perchè il male vinca è sufficiente che i buoni rinuncino all’azione”! E. Burke

    "Mi piace"

  • Ilaria

    Ma tu dove vivi? Certo sei uno scrittore di nicchia per il caratteraccio che ti contraddistingue. Non sono d’accordo sui numeri covid e la paura che dovrebbe infliggerci qualcuno. A soli 3 km da dove abito e in atto un contagio notevole. Forse ti servirebbe vedere più da vicino cosa significa un contagio su larga scala, conoscere chi quotidianamente e in contatto con il virus. Sono certa che in tal caso cadrebbero tutte le tue credenze assurde e ti renderete finalmente conto che siamo nella merda, salvo il fatto che qui in Italia siamo in grado di contenere meglio il contagio rispetto ad altri paesi.

    "Mi piace"

    • GATTO

      Ilaria… uhm… Capua?

      "Mi piace"

    • Anonimo

      “ti renderete finalmente conto che siamo nella merda, salvo il fatto che qui in Italia siamo in grado di contenere meglio il contagio rispetto ad altri paesi.”

      Che siamo nella merda lo dicono anche in questo video dal minuto 32 in poi…grazie ai nostri “””otttimissssimi sgovernanti””” e agli “””””eroi”””” del SSN loro derivati, metti che piuttosto di “”ottimissimi politicanti ed eroi nella sanità”””” avessimo potuto avere persone normali, serie ed organizzate, ci pensi a quanto Minor disastro sarebbe successo , in generale ?

      si può leggere:

      https://www.lantidiplomatico.it/dettnews-_covid_Sarebbe_Bastato_Lasciar_Lavorare_I_Medici_Di_Base_/5496_37321/

      "Mi piace"

    • Anonimo non veneziano

      Eh sì, il contagio “notevole” è sempre a 3 km da casa, però nessuno conosce qualcuno che sia malato o sia morto di Cogliona virus.
      Però c’è eh!! lo hanno detto Burioni, Bruno Vespa e Travaglio, e forse pure Gesù bambino, tanto per non farvi mancare niente.
      In compenso ci troviamo di fronte alla notevole dabbenaggine di utenti che credono a tutte le cagate del regime.

      Qui l’unica vera emergenza è da sempre il cervello putrefatto del popoloh italianoh

      "Mi piace"

  • Anonimo

    L’unico non omminicchio saresti tu? Ma non ti accorgi dell’arroganza e della hybris e in definitiva anche della solare imbecillità che, comune a molti che come te credono di incarnare il giusto, rendono questo Paese ancora più immodificabile di quello che è? Secondo me dovresti smettere anche di fare il blog..

    "Mi piace"

    • GATTO

      Ma si rende conto, uno dei tanti Anonimi di questo blog, che è esattamente proprio contro il peccato di hybris di questa umanità allo sbando che Il Simplicissimus, più o meno consapevolmente, si scaglia (a volte con pertinenza, altre con meno…), non con arroganza, ma con veemenza e che incolpare lui di tale delitto sarebbe come dare del ladro a uno che si riappropria del maltolto rubandolo a chi glielo aveva sottratto? Come si fa a stravolgere il significato di hybris in questo modo?

      "Mi piace"

      • Anonimo

        Malafede, e pretestuosa polemica od offesa aggressione contro chi la pensa diversamente da lui, più volgarmente detto trollaggio forse ?

        "Mi piace"

    • Vince

      Ma gli imbecilli come lei ed Ilaria che ci vengono a fare qui? Si sentono chiamati in causa perché si riconosconono tra gli omminicchi? Frequentate blog a voi più consoni dove riconoscervi come intelligenti.

      "Mi piace"

      • Anonimo

        Ti piacerebbe eh parlarvi solo tra di voi presunti felini ma di certo rimbecilliti? E compiacervi tra di voi e darvi ragione a vicenda? Beh, miagola pure quanto vuoi, la vita è un’altra cosa.
        Ti vorrei ricordare inoltre sommessamente che gatto e anonimo è uguale..

        "Mi piace"

      • GATTO

        Sono appena fuggito da un blog di “turpiloquianti” per rimanere un po’ tranquillo e parlare, magari animatamente, ma senza lerciume, e invece? Eccoli i laidi che ti braccano: sì, ci piacerebbe parlare solo tra di noi, grazie! Pensi che sia troppo pretenderlo? PS: gatto e anonimo sarebbe uguale? Beh, sommessamente, non credo proprio! …E ci voleva il tuo QI per farcelo presente, da soli, e chi ci sarebbe mai arrivato…

        "Mi piace"

    • Anonimo

      Lei si rende conto delle sua ( nel migliore dei casi…) ignoranza, per certi versi grossolana oltre che offensiva ?

      "Mi piace"

  • brauronios

    Questo rimane uno dei due o tre siti su cui ancora si riesce a leggere un’oculata analisi politica. Comunque la si pensi sul resto, non è poco.

    Piace a 2 people

  • GATTO

    Se Facebook e Twitter piangono, i Blog non ridono affatto: allora che facciamo?

    "Mi piace"

    • Anonimo

      Imbecille, allora perché rimproveri ad altri di essere anonimi? Continua a credere di essere l’ombelico del mondo e ti troverai ottimamente assieme ai defedati di intelletto come te. Ma come mai sareste i soli a essere immuni dai danni della scuola, da quelli del contesto, del Vaticano!, dai brunivespa e da chi più ne ha più ne metta? Senza contare quell’immenso idiota che addirittura spera in Trump! Ma qualche buona lettura sulla complessità del reale, sulla necessità del dubbio, sul sapere di non sapere tutto, no eh? Troppo faticoso per i pigri felini. Ad maiora..

      "Mi piace"

      • GATTO

        Stornando l’epiteto ingiurioso alla mamma sua, ci preme precisare al Nostro, insigne rappresentante della “Gente del dubbio”, che la sua realtà non può già essere “complessa”, ma assai, assai COMPLICATA! Sì, per noi tutto ciò è molto, troppo faticoso e speriamo che gli “elevati” QI dei soggetti in esame siano condizione sufficiente per far capire loro che desidereremmo fortemente essere lasciati in pace. Grazie e buona giornata.

        "Mi piace"

      • Anonimo

        Non è tua mamma che ho visto Ieri sulla tangenziale ieri a 5 euro per un lavoro orale?
        Chi di volgarità ferisce di volgarità perisce. Tu puoi dire che agli altri che sino laidi e difettano di Q. I., io non posso dire che sei un imbecille. In verità, lo sei davvero..

        "Mi piace"

      • GATTO

        Prima provocazione: “Ti piacerebbe eh parlarvi solo tra di voi presunti felini ma di certo rimbecilliti?”

        Risposta:”Sono appena fuggito da un blog di “turpiloquianti” per rimanere un po’ tranquillo e parlare, magari animatamente, ma senza lerciume, e invece? Eccoli i laidi che ti braccano…”.

        Reiterazione: “Imbecille, allora perché rimproveri ad altri di essere anonimi??”.

        Risposta: “Stornando l’epiteto ingiurioso alla mamma sua…”

        Conclusione: “Non è tua mamma che ho visto Ieri sulla tangenziale ieri a 5 euro per un lavoro orale? Chi di volgarità ferisce di volgarità perisce.”!

        Ecco, come per i laidi, le vacche sono tutte di un color nero di notte! Sono, ovviamente, sempre gli altri che iniziano…

        PS: faccio notare al laido che non rispondo di ciò che l’utente “Vince” dice, perché non sono io!

        "Mi piace"

      • GATTO

        E comunque, chi avrebbe esordito con un “…e in definitiva anche della solare imbecillità…”? Io, gli altri utenti del blog o lei?

        "Mi piace"

      • Anonimo

        Lei si rende conto delle sua ( nel migliore dei casi…) ignoranza, per certi versi grossolana oltre che offensiva ?

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: