Se qualcuno si preoccupa che anche l’assistenza psichiatrica possa essere tagliata e privatizzata, come il governo ha già fatto, intendere fare con maggior decisione e farà dopo le elezioni, bè non deve temere eccessivamente: al posto dei terapeuti e dei farmaci ci saranno esorcisti e acqua santa. La presenza del passato di piselli da vomitare opportunamente non è sicura: pare che sia una spesa eccessiva.

Scherziamoci finché possiamo perché la curia di Milano, avvicinandosi Natale, ha raddoppiato il numero di esorcisti portandoli da sei a dodici e ha aperto un centralino aperto a tutti gli indemoniati. Componendo lo 02.8556457  potrete chiedere che un sacerdote scacci quella collera che vi sentire crescere dentro e che vi prende alla gola: magari avete perso il lavoro o minacciano ogni giorno di cacciarvi, magari siete precari, oppure tentate di sopravvivere con una pensione da fame ed erroneamente pensate che sia dovuto a questo. Santa ingenuità: e il diavolo che si è insinuato nella vostra mente. Volete una prova? Pensate a tutta l’imu da cui la Chiesa è esentata e a tutti i contributi di cui gode la scuola cattolica: se sentire una leggera incazzatura, non c’è alcun dubbio che Belzebù si è impadronito di voi.

Perciò il “pronto esorcista” è lì per voi, più efficiente della guardia medica, suppongo. Naturalmente c’è un filtro perché monsignor Mascheroni il devil buster milanese ci va con i piedi di piombo prima di mandarvi a domicilio i suoi caccia diavoli. Infatti, come dichiara “chiedo anche se sono andati da specialisti, perché talvolta si tratta di fenomeni mentali, psichici e psichiatrici”. Già talvolta, ma molto raramente, capita che si tratti di disturbi psichiatrici e non di demoni.

Mi domando dove possa andare un Paese in queste condizioni: forse solo al diavolo. Però vi dirò una cosa: domani chiamo anche io perché ho il sospetto di avere una qualche demone in corpo, soprattutto quando assisto ai confronti delle primarie Pd.