Acconciatura proposta da Cesare Ragazzi

Dopo aver letto gli ultimi sviluppi della berlusconeide, le storie pietose dei ruffiani aiutati a suon di mezze milionate perché si trovavano in difficoltà, gli appalti dati in compenso della disponibilità delle signorine che quindi alla fine venivano saldate da noi, l’elenco lunghissimo delle stesse, le figure da orient express che si affacciano dentro questo panorama, ho finalmente capito il mistero della capigliatura di Berlusconi.

Si proprio di quel pelo trapiantato che a volte sembra disegnato a pennarello, altre volte una chiazza di lucido da scarpe, altre ancora un parrucchino comprato dal coiffeur cinese. Possibile che un miliardario non possa permettersi di meglio che un trapianto che lo fa sembrare un cartone animato della DreamWorks? Da dove è stato preso quel pelo così strano?

Si lo so cosa pensate, ma allora avrebbe i capelli crespi come un aborigeno australiano. Però ho risolto il mistero: è pelo dello stomaco, l’unico che avesse in abbondanza. A parte quello geneticamente non compatibile.