Visto che è quasi impossibile comprendere le vicende militari in Ucraina leggendo in giornali ecco la situazione sul campo ieri sera descritta dalla cartina in apertura: le linee rosse sono quelle che descrivono le posizioni russe, quelle in arancione l’avanzamento dei reparti di Mosca nelle due ultime ore che puntano chiaramente all’accerchiamento delle ultime truppe ucraine racchiuse dentro la linea gialla e in particolare dentro quella blu. Si tratta di una decina di brigate che costituiscono l’ultimo nucleo attivo delle forze di Kiev o sarebbe meglio dire di Leopoli perché è lì che si trova Zelensky nel bunker, ammesso che sia effettivamente presente. Le rimanenti truppe ucraine non sono certo un problema per le forse russe visto che speso i repati di Kiev gettano le armi e si arrendono. La linea magenta attorno a Mariupol designa invece la posizione dei reparti nazisti che vorrebbero resistere, anzi che sono invitati a resistere per salvare la faccia degli occidentali e che hanno preso in ostaggio la popolazione civile.  Purtroppo in questo caso non si può semplicemente usare una grossa bomba Fae per distruggere le resistenze, come certamente farebbero gli Usa, perché c’è ancora molta popolazione civile tenuta in ostaggio dai neonazi.