Uno di quelli che ha abbandonato di Pietro per dichiarare il voto a Berlusconi, ha superato il lieve imbarazzo di una coscienza ancora più lieve, e ha rimesso on line il suo sito, rimasto chiuso under shame per qualche giorno.

Si,  si tratta proprio di Scilipoti il quale inserisce decine di video (tutti risalenti a molti mesi o anni fa) dai quali si dovrebbero desumere le ragioni della sua scelta. Come se tutti avessero il tempo e il denaro di cui dispone l’agopunturista, olista, e omeopatico onorevole. E come se lui stesso non ne avesse preso atto che solo ora, al mercato delle vacche.

Però in questo bailamme di niente che propone, c’è anche un piccolo modesto riassunto del suo pensiero: in riquadretto che ne ritrae le accattivanti forme ci dice che lui ha agito con coraggio. Ed è certamente innegabile, ci vuole coraggio ad essere vigliacchi fino a questo punto.

Ma la mia attenzione è stata richiamata da un altro riquadro in cui il nostro scrive altre cose, una pappina Mellin che riporto:

“E’ da sempre mio desiderio realizzare una autentica unità politica e morale di tutta la Nazione e chi è stato artefice del proprio male, non potrà essere la cura. Ci vuole il nuovo che avanza e nutro la convinzione che non può esistere giustizia sociale senza libertà politica così come ne era convinto Giuseppe Saragat. La vera anomalia Italiana è la legge elettorale, Di Pietro nella precedente legislatura non ha nemmeno sollevato il problema.  Oggi è vitale cambiarla per la democrazia del paese.”

Potete vedere da soli lo squallore, la banalità, l’evasività di tutto questo. Scilipoti si paragona al nuovo che avanza, come Nosferatu potrebbe vantarsi dell’abbronzatura.

Però la prima frase è una vera chicca; politicamente è fuffa allo stato puro. E tuttavia,  in quel fatto che l’artefice di un male non può esserne la cura, Scilipoti si dimostra un voltagabbana persino nella medicina alternativa che dice di professare. Infatti uno dei capisaldi dell’omeopatia è proprio che una quantità infinitesima di ciò che ha causato il male, è in grado di guarirlo.

Purtroppo l’unico rimedio che rimane contro l’infezione da Scilipoti, è la chirurgia radicale.