Eterogenesi virale

Ci sono paurosi, imbecilli, ignoranti volontari e furbetti , i primi vittime e i secondi carnefici che battono la l’ideale frusta virale. Ma a volte basta un’immagine per dipingere la realtà e accartocciare le parole e forse attraversare la barriera neuronale formata da antiche pratiche diventate ormai abitudini mentali e niente di più. Ecco una tabella che illustra i dati ricavati dal sito che la Johns Hopkins university, partner della fondazione Gates,  dedica al Covid 19. Vi si vede chiaramente come le segregazioni siano inutili, anzi dannose dal punto di vista epidemiologico, in quanto esprimono un livello di panico indotto che nelle prime settimane ha portato i sistemi sanitari a commettere clamorosi errori che sono all’origine di gran parte dei decessi. Decessi che comunque sono spesso artefatti, ovvero attribuiti al Covid anche in caso di malattie terminali di tutt’altra origine, ma che anche così non sono di per sé particolarmente preoccupanti, almeno in relazione a quanto accade normalmente. Si pensi ad esempio ai 399 morti per milione dell’Italia: ebbene ogni hanno solo per infezioni ospedaliere la mortalità è di 1200 persone  per milione, senza che nessuno dica niente.  Perseverare in queste pratiche della paura  è dunque uno dei più chiari esempi di eterogenesi dei fini e delle informazioni.

noon-lockdown-v-lockdown

Informazioni su ilsimplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come. Vedi tutti gli articoli di ilsimplicissimus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: