Una scossa più forte delle altre di assestamento e un’altra centrale nucleare è entrata in crisi. Difficile conoscere conoscere esattamente la situazione in Giappone visto che il governo e i gestori degli impianti hanno tutto l’interesse a rassicurare piuttosto che allarmare. E non bisogna dimenticare che le autorità giapponesi hanno mentito per decenni persino su Hiroshima.

In ogni caso quando si parla di sicurezza del nucleare si immagina che anche la sismicità venga tenuta in considerazione. Invece dalle due cartine a fianco si vede benissimo che  non è affatto così. La prima segnala la frequenza gli epicentri dei terremoti rilevati nel corso di trent’anni, la seconda la localizzazione delle centrali nucleari.

Nonostante il diverso tipo di proiezione cartografica si vede bene che la concentrazione delle centrali è praticamente correlata a quella delle zone più sismiche del pianeta, salvo poche eccezioni. Il che naturalmente fa riflettere anche sulle altre vantate sicurezze.