Robe da non credere: ha raccontato balle per vent’anni, ma questa volta nessuno ha dato il minimo credito alla lettera di Berlusconi all’Europa, considerandola uno scherzetto. E così i nostri bpt proprio oggi hanno superato la soglia del 6%, cioè quella di sicurezza secondo gli esperti, la disoccupazione è salita al 29,3% e l’inflazione ha raggiunto il 3,50%. Insomma una perfetta giornata da halloween economico e senza nemmeno il dolcetto.

Certo il premier potrebbe aggiungere una postilla a quella lettera con le sue dimissioni e certamente diventerebbe più credibile. Ma sarebbe davvero uno spreco aver fatto tanta fatica e speso tanti soldi per radunare una quantità industriale di zucche vuote per fare da coreografia, che il cavaliere non se la sente.

E poi che figura ci farebbe con l’opposizione che ne sta mettendo insieme un buon numero, con fatica, ma tanta buona volontà? Certo, per il bene del Paese c’è chi consiglia di unirle e fare una festa unica, veramente all’altezza dell’inferno: inetto o furbetto?  Sai che divertimento.