Site icon il Simplicissimus

Ecco Zelensky, l’eroe fatto dalla Nato e ora strafatto

Se davvero vogliamo renderci contro dello strapiombo razionale e morale nel quale stiamo cadendo irreparabilmente, grazie alla trasformazione dei media in mera propaganda, basta vedere il video messaggio di pochi secondi alla nazione registrato da Zelensky su Instragram, la domenica di Pasqua: sembra completamente ubriaco e fatto, con pensieri incoerenti nel quale dice che il popolo ucraino vincerà tutti, perché gli ucraini sono “forti, laboriosi, grati, orgogliosi”, ma nello steso tempo si gira sulla sedia, sposta la telecamera sugli oggetti, fa smorfie. Insomma appare visibilmente alterato e di certo non un personaggio che può rincuorare o indurre qualcuno a combattere per lui.

Come si può facilmente immaginare il video è stato prontamente cancellato dopo che sono arrivati i primi commenti negativi e sembra completamente sparito dalla rete, cosa del resto comprensibile, visto che le condizioni  di questo “eroe” costruito, ma che va fin troppo spesso “fuori pista” come si può arguire dalle sua condizioni, sono tali da ridurlo alla sua dimensione di burattino che recita i testi che gli passa la Nato ed è comunque l’immagine stessa della sconfitta e del disfacimento. Ma qualche copia gira ancora anche se è ovviamente non è disponibile in occidente se non si ha una Vpn  e non si sa dove andare a cercarla. Ed eccone qui una copia fortunosamente trovata e scaricata. E’ meglio diffonderla prima che anche questa sparisca.

Exit mobile version