Site icon il Simplicissimus

Ecco l’uomo che voleva la guerra

Probabilmente molti sono confusi, non sanno cosa pensare dell’attacco russo all’Ucraina e della guerra che si è improvvisamente scatenata. Sono confusi perché attingono alle fonti ufficiali di false notizie e nascondimenti, ovvero dalla televisione e dai giornali, il cui scopo specifico è di creare una realtà deformata. Fidandosi della menzogna globale non sanno quasi nulla sull’Ucraina, non sanno che essa non mai rispettato nessuno, dico nessuno degli accordi Minsk e che l’esercito di Kiev ha continuato per anni a cannoneggiare la popolazione civile del Donbass facendo migliaia di vittime. Questo è stato dovuto al fatto che tutti i governi sono stati ricattati dalle formazioni della destra estrema, le quali hanno impedito qualsiasi colloquio. Anche nell’autunno scorso Kiev è stata attraversata da truppaglia nazista per impedire che il presidente Zelensky  cominciasse il ritiro delle truppe lungo la linea di contatto di Donetsk. La ragione della forza di queste destre ultranazionaliste non sta tanto nel numero, quanto nel fatto che esse sono foraggiate e sostenute sottobanco dagli occidentali o meglio ancora dagli americani e per una ragione specifica: perché senza di loro inevitabilmente il pendolo della politica ucraina farebbe oscillare il Paese su posizioni di amicizia nei confronti della Russia  con cui dopotutto l’Ucraina condivide quasi tutto.

La più famosa delle formazioni di queste destre che tengono in ostaggio l’Ucraina è il famigerato battaglione Azof, poi diventato reggimento e inquadrato assieme ad altre formazioni nell’esercito il cui comandante Andrei Biletsky, è l’uomo che ha impedito qualsiasi referendum in Donbass. Per comprendere come la pensi ecco un brano delle sue riflessioni “Tutti i gruppi etno-razziali saranno limitati e controllati in modo che possano essere deportati nelle loro terre d’origine storiche. Noi, i socialnazionalisti ucraini, consideriamo queste cosiddette “razze umane” come specie biologiche separate. In senso biologico, consideriamo solo gli esseri umani bianchi ed europei come esseri umani intelligenti, cioè homo sapiens. Questo termine non include i cosiddetti “Europei del Sud”, del Mediterraneo, del Caucaso e di altre razze, che sono anche biologicamente una specie separata da noi”.

Ecco i personaggi sostenuti da quelli che oltreatlantico si inginocchiano per chiedere scusa di essere razzisti per il solo fatto di essere bianchi. Compreso Obama. Uno squallido teatrino. Dovrebbero piuttosto chiede scusa di far parte dell’elite americana a cui dobbiamo molti milioni di morti, compresi quelli sacrificati in un modo o nell’altro dalla pandemia. E allora quando qualche giornale padronale dice che siamo tutti ucraini, basterebbe dire no grazie, questa merda tenetevela voi. Vi si addice.

Exit mobile version