Site icon il Simplicissimus

I cani feroci a difesa delle segregazioni

Ci sono fatti che non possono nascondere un valore simbolico e ciò che è successo ad Amsterdam testimonia della violenza cieca del potere e della sua intrinseca bestialità che si rivela in misura tanto maggiore, quanto più grande  è la consapevolezza di stare dalla parte del torto e della menzogna: la polizia ha scatenato i cani contro migliaia di manifestanti radunatisi in Piazza del Museo per protestare contro le nuove restrizioni sanitarie e in particolare contro il confinamento introdotto per le feste di fine anno. Non si capisce davvero perché fossero state schierate diverse unità cinofile per far fronte alla protesta, forse perché i cani non dubitano mai delle parole del padrone oppure perché rappresentano al meglio le segrete pulsioni dei vaccinati, di quelli stupidi, s’intende, che augurano la morte a tutti quelli che al contrario di loro hanno un cervello o infine perché la violenza gratuita, l’incutere paura è ormai la sola ragione e il solo orizzonte del potere. Sta di fatto che le immagini parlano chiaro

Ecco alcuni brevi filmati sullo stato di polizia canina qui e qui

Exit mobile version