Site icon il Simplicissimus

I pagliacci del circo covid

Annunci

In tutti i drammi c’è sempre anche un tocco di ridicolo e se il dramma è costruito con l’oscura malta della menzogna e dell’inganno allora questo elemento può diventare alla lunga quello più rilevante. Di certo le passerelle di pseudo esperti e di luminari che vogliono essere in prima fila a conquistarsi la medaglia d’oro di big Pharma al valor vaccinale, sarebbero davvero imperdibili come macchiette se le loro parole non fossero gravide di morte, ma ultimamente in Usa queste esibizioni clownesche hanno raggiunto l’apice perché devono spiegare l’inspiegabile e devono fare andare d’accordo le balle con i numeri  senza nemmeno accennare alle vere ragioni peraltro assolutamente evidenti e incontestabili. Il bilancio delle vittime negli Stati Uniti del 2021 ha colto di sorpresa i medici mainstream che forse non si aspettavano questi esiti o forse speravano che questi numeri non sarebbero mai comparsi: infatti grazie alla vaccinazioni ci si aspettava una diminuzione di decessi di persone positive al covid ( il che ovviamente non vuol dire che siano morte di covid) ) mentre i decessi sono aumentati nel 2021 rispetto al 2020. Già  adesso a un mese abbondante dalla fine dell’anno sono 15 mila in più fornendo una chiarissima e inequivocabile prova dell’inutilità totale dei vaccini.

Così adesso c’è una patetica corsa corsa alle spiegazioni che non coinvolgano direttamente gli intoccabili preparati a mRna e non mettano in causa la loro efficacia, ma la percezione di insensatezza in questi tentativi di metterci una pezza è davvero assoluta: il Wall Street Journal  ha una sua spiegazione, suggerendo che tassi di immunizzazione inferiori al previsto e l’affaticamento con misure precauzionali come le mascherine hanno permesso alla variante altamente contagiosa del Delta di diffondersi, in gran parte tra i non vaccinati. Ma ormai muoiono più vaccinati che non vaccinati, la variante Delta è la più debole dal punto di vista della patologia e dunque tutto questo non ha alcun senso compito si tratta di parole affastellate per dare l’impressione di un ragionamento. Quanto alle mascherine se adesso questo sono causa di un aumento di mortalità perché non si fa una campagna contro di esse? Inutile chiedere spiegazioni, semplicemente non ci sono.  Dal canto suo il dottor Abraar Karan, un medico specializzato in malattie infettive presso la Stanford University, ha affermato che i funzionari della sanità pubblica non sono riusciti a comunicare in modo efficace che lo scopo dei vaccini è proteggere dai casi gravi di Covid-19 piuttosto che prevenire la diffusione dell’infezione. Peccato che appunto qui non si parla di un aumento di contagi, ma di un aumento di morti, che è appunto dimostra che i vaccini non proteggono affatto dai casi gravi.. Ma dai, ma chi cazzo potrebbe curarsi dal dottor Karan, solo qualche aspirante suicida.

Il Cdc è poi magistrale:  nonostante il fatto che  questo stesso organismo abbia dettato regole folli per stabilire che qualsiasi decesso in presenza di positività doveva essere considerata morte per covid, ora dice che in realtà l’aumento dei decessi nell’anno dei vaccini è dovuto a una sottostima delle morti nel 2020. Non ha alcuna importanza che questa spiegazione sia al di sotto del minimo di idiozia consentita, ormai si aspettano che la gente creda proprio a qualsiasi cazzata. Tutto questo potrebbe essere anche divertente, se non mostrasse in maniera chiarissima la determinazione nel continuare a portare avanti a tutti i costi e contro ogni logica una pericolosa menzogna. Si sa che la figura del pagliaccio malvagio è molto gettonata in Usa e questi di cento non vogliono lasciarsi scappare questa parte nel circo pandemico.

Exit mobile version