Site icon il Simplicissimus

Forze armate Usa all’attacco dei vaccini

In un memorandum pubblicato lunedì, il segretario alla Difesa di Biden, Lloyd Austin ha annunciato la sua intenzione di richiedere una vaccinazione COVID-19 per tutti i membri del servizio entro metà settembre e militari che si rifiutano di sottoporsi al vaccino dovranno potenzialmente affrontare la corte marziale, il carcere e persino il congedo meno che onorevole dal servizio. Si tratta di una provvedimenti “dovuti” visto che l’industria farmaceutica è stata la più generosa nel sostenere economicamente la fazione di Biden nella campagna elettorale, ma i toni sono stati considerati eccessivi, pericolosi e hanno già trovato  delle risposte decisamente negative. Per esempio il comandante della marina JH Furman avverte che i risultati potrebbero essere catastrofici. e tali da “compromettere la sicurezza nazionale degli Stati Uniti a causa dell’entità sconosciuta delle gravi complicazioni del vaccino. Sono necessari ulteriori studi prima di affidare tutta la forza armata a un gruppo sperimentale irreversibile

Furman, aviatore navale e ufficiale di zona estera con una vasta esperienza nella consulenza di organizzazioni militari, diplomatiche e internazionali, spiega poi le ragioni di questa sua posizione in modo talmente chiaro che ritengo utile riportare qui alcuni punti chiave del suo discorso nella speranza che anche questo possa servire.

Nella lettera il comandante  presenta una stringata, ma efficace sinossi del perché sarebbe assurdo vaccinare tutta la forza armata (ma per estensione tutta la popolazione) che intendo riportare come vademecum del buon senso , nella speranza ahimè illusoria che esso possa servire al risveglio:

Exit mobile version