Annunci

Silvio e i maledetti socialisti

img1024-700_dettaglio2_berlusconi_video_messaggioLa domanda più intelligente non è venuta dalla ciurma dei notisti politici, ma da Barbara Berlusconi, direttamente rivolta agli uomini del Pd, impegnati in questi giorni ad essere intransigenti nelle dichiarazioni e possibilisti nei corridoi: “Se considerano Silvio Berlusconi un delinquente, perché hanno fatto con lui gli ultimi due governi?”. E’ una bella domanda e forse bisognerebbe chiedere a Renzi che è l’esperto di quiz. Già, perché? Per la crisi che del resto è al suo sesto anno, mentre s’intravvede una seconda ondata,visto che secondo gli allarmi lanciati in Usa la “ripresina” in alcuni Paesi è dovuta a una nuova bolla di crediti inesigibili?

E’ incredibile che ci si venda come balsamo contro il declino, l’associazione a un bandito che è poi il principale colpevole del delitto, cantando inni a una stabilità da magliari che prosegue nel cammino di immobilismi, smarrimenti e corruzione. Tanto più che la consociazione di fatto alla luce della demolizione del welfare e dell’umiliazione del lavoro risale a molti anni fa. Nessuno in effetti lo potrebbe credere, nemmeno quei poteri che ci stanno imponendo il suicidio in nome di interessi altrui e che appunto sono felicissimi della situazione. Per cui con buona pace della rampolla Barbara, quando il Cavaliere ha letto sul gobbo il passaggio del discorso (scritto, pare, da Capezzone) in cui si dice che il Pd vuole arrivare al socialismo per via giudiziaria, solo gli scemi del villaggio, allevati dalla televisione non si sono scompisciati.  Anche perché parecchi dei personaggi che compongono il puzzle democratico, non hanno nulla da invidiare al tycoon quanto a spirito conservatore e nullità politica.

La stabilità messa in piedi da Napolitano è quella della menzogna continua, quella in cui il governo, per esempio, gioca a morra cinese con l’Imu e con l’aumento dell’Iva, ben sapendo che l’anno prossimo agli italiani toccherà sia l’iva più pesante, sia un’Imu ribattezzata, ma più alta e addossata anche a chi non ha alcuna proprietà. Maledetti socialisti…

Annunci

Informazioni su ilsimplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come. Vedi tutti gli articoli di ilsimplicissimus

One response to “Silvio e i maledetti socialisti

  • Antonio J. Manca Graziadei

    L’Italia, dall’antisocialismo mussoliniano del 1919 all’antisocialismo berlusconiano del 2013. Mancano soltanto i reduci di guerra, gli Arditi, Fiume, D’Annunzio e i traditori della Patria e siamo pronti ad un nuovo regime fascista?

    Mi piace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: