Site icon il Simplicissimus

“Pensare ad altro” ovvero l’amaca della sinistra

Michele Serra dopo l'ultima dieta ingrassante
Michele Serra dopo l’ultima dieta ingrassante

E dunque ci siamo. Da stasera il Pd governerà insieme ad un condannato per evasione fiscale oppure con un uomo salvato dalle reti sotterranee del potere, i moniti, le necessità, le moral suasion sottobanco e quant’altro. Non so nemmeno quale delle due cose sia peggio, ma ad ogni buon conto l’intellighentia  di sinistra – quella coccolata e ben accoccolata – si appresta a gestire la situazione.

E così Michele Serra in vena di autosatira preventiva, ci fa sapere che basta parlare di Berlusconi, che è diventata un’ossessione, che chi è contro Il Cavaliere fa il suo gioco. Insomma tutte le pavide e ipocrite stupidaggini che sono ingredienti assolutamente necessari della premiata risotteria di D’Alema&C, per evitare una crisi di rigetto verso questo centro sinistra dell’inciucio . Se anche queste stronzate ci fosse qualcosa di vero, accorgersene dopo vent’anni testimonierebbe semmai di una radicata idiozia. Se fossero false sarebbero la prova dell’estensione sempre più drammatica della palude in cui viviamo. In ogni caso uscire qualche giorno prima della sentenza con queste considerazioni, è segno di un invincibile opportunismo.

Perciò sarebbe il caso ormai di seguire i saggi consigli che con tanta disinteressata saggezza ci vengono da Serra: è ora di cambiare e di farci ossessionare dalle impudenze del Pd, piuttosto che da Silvio, di diventarne intransigenti critici e nemici. Mica per malanimo, ma per fare il suo gioco. Prima che diventi il partitino del Pasok.

Exit mobile version