Site icon il Simplicissimus

Lega, la grammatica dell’ignoranza

Annunci

Proprio oggi in un comunicato della Lega su un sit in a Ventimiglia  per protestare contro i respingimenti francesi si legge: “Nonostante la partecipazione dei giovani Leghisti la manifestazione si è svolta con grande successo”.

Grande padronanza della lingua e soprattutto della logica che testimonia del livello intellettuale di questa gente. E non si tratta soltanto di livelli locali, anche di quelli nazionali: un teatrino che naviga a piede libero tra l’ottusità, la propaganda e l’ignoranza trotesca. Sempre oggi viene lanciata la farnenticante idea di  costituire eserciti regionali, prendendo a modello la guardia nazionale americana.

Purtroppo in Usa la guardia nazionale  è un’organizzazione militare completamente federale e totalmente integrata nelle forze armate: gli stati non c’entrano proprio nulla e i governatori possono solo chiederne l’intervento nelle emergenze da protezione civile. Per dirne di più la guardia nazionale, nata nel 1607,  è tra le istituzioni americane quella che meno risente della struttura  federale.

Ma certo i leghisti non si saranno nemmeno dati la briga di informarsi sulle loro idee pseudo federaliste, ravugliando nelle loro pance, ormai ingrassate a Roma, solo un secessionismo rancoroso e bigotto, fatto di sparate, di assurdità che non stanno né in cielo, né in terra.  Ma a metà strada, appena sopra le gambe. Proprio all’altezza giusta per raggiungere il loro elettorato.

Exit mobile version