Site icon il Simplicissimus

Il premier d’Egitto

Che Paese, una commedia di Feydeau coagulatasi in nazione. Un tunisino fermato con addosso un pacco di soldi e implicato in un giro di droga ha deriso i carabinieri dicendo: sono il fratello di Ruby. Siamo diventati la favola del mondo intero grazie a quella specie di cottolengo governativo che ci grava sulle spalle.

Certo il ragazzotto tunisino avrà pensato che dopotutto in Italia nessuna menzogna e fantasia è al di la del credibile. E ha ragione: infatti molti hanno creduto e credono in Berlusconi, il premier d’Egitto.

Exit mobile version