Abbiamo tutti letto e sentito della battuta omofoba di Silvio che ci svela le linee principali della prossima campagna elettorale e il senso, la direzione, il valore della nuova politica aziendal-bunga-parlamentare berlusconiana.

Ma il cavaliere ha anche una fobia per la verità (a-letheia, in greco antico). Infatti dopo la battuta ne ha fatta un’altra in qualche modo ancora più scandalosa: è stato capace di dire che la nuova emergenza spazzatura ha Napoli è stata risolta.

Non si tratta più di nascondere momentaneamente sotto il tappeto problemi non affrontati, ma malamente tamponati, è proprio la totale distanza dalla solare, evidente, visibile realtà. Ecco perché la parola greca che letteralmente vuol dire “ciò che non è nascosto”, sembra fatta apposta per descrivere le modalità del tentato regime che invece è proprio fondato su “letheia”, su ciò che si occulta.

Che poi la parola greca (si legge più o meno lezeia) abbia un suono che ricorda il lezzo, il letame, è più che una coincidenza. E’ un destino