Per una volta sono d’accordo col neo ministro Romani sul fatto che Report di ieri abbia avuto toni di eccessivo antiberlusconismo: parlare delle vicende di Silvio è in fatti di per sé parlare di cose che con la correttezza, l’etica, la politica e il buon gusto non hanno nulla a che fare.

E dunque non bisogna parlare di Berlusconi per non fare antiberlusconismo, questo la Gabanelli l’avrebbe dovuto sapere, mannaggia.

Anche il fatto che il servizio da Antigua sia stato “odioso”, come dice sempre Romani, mi trova d’accordo: è impossibile che il soggetto del servizio giornalistico di Report non lo sia a chi ha occhi per vedere, orecchie per intendere, cervello per pensare e non solo visceri per garantire la normale regolarità.

D’altro canto il neo ministro bisogna pur capirlo: da indimenticato pioniere del porno via telefono e dell’onanismo via doppino, pensa che le inchieste giornalistiche non valgano una sega.  Quasi quasi mi ritrovo a dare ragione pure a Bossi: S.P.Q.R, ovvero sono porci questi Romani.