Site icon il Simplicissimus

Castità e casta

Annunci
Chi racconta le migliori?

La chiesa vuole configurarsi come una casta maschile chiusa. E’ questo il vero motivo per cui si vuole ad ogni costo, mantenere la castità. In questo caso il gioco di parole viene proprio bene. Ancora ieri il cardinal Bertone ha ribadito che non esiste alcuna correlazione tra celibato e pedofilia, mentre esisterebbe tra omosessualità e pedofilia.

Questa, secondo il porporato, sarebbe l’opinione di molti psicologi e psichiatri, anche se naturalmente non vengono citati nomi e ricerche. Ora a parte il vizio di prendere dal mondo delle scienze umane ciò che fa più comodo e rigettare il resto, è abbastanza ovvio che questi risultati non sono delle verità assolute, sono tema di discussione e oltretutto non hanno alcuna validità, perché non riguardano l’ambito specifico del cammino sacerdotale.

Le tesi furbescamente citate da Bertone prendono infatti in considerazione non il celibato sacerdotale, ma quello delle persone “normali” nelle quali l’assenza di legami matrimoniali o di convivenza può essere in qualche caso indizio di orientamenti sessuali diversi.

Come si vede tutto questo non c’entra assolutamente nulla con una castità imposta che crea un’immaturità sessuale dentro la quale è difficile distinguere il turbamento veniale dal condizionamento e distruzione di vite. Ed è proprio a questa immaturità generale che si deve la minimizzazione del fenomeno della pedofilia e nel contempo la sua estensione. No, gli orientamenti citati da Bertone non c’entrano proprio nulla, ma vengono ancora una volta vergognosamente usati per demonizzare l’omosessualità.

Questa ossessione sessuale priva il cattolicesimo di una visione equilibrata della società, la priva di messaggio: non è un caso che quando  c’è una crisi come quella attuale, la risposta sia quella di stimolare e suggerire penosi escamotage miracolistici: demoni e angeli, madonnine sui cellulari, sedicenti prodigi, insomma tutto l’armamentario della devozione più arcaica e insignificante.

Ma certo il celibato sacerdotale che si vuole mondare a sproposito, è funzionale ad una casta di potere collegata da mentalità e peccati, più che da presunte virtù. Ed è un circolo vizioso perché chi dovrebbe e potrebbe cambiare la situazione è a sua vittima della stessa. Così che senza tanti studi il celibato è ricollegabile all’impotenza. Non quella banale, quella di capire.

Exit mobile version